Samsung Galaxy Buds 2, come saranno le nuove cuffie

Samsung Galaxy Buds 2, come saranno le nuove cuffie
SmartWorld team
SmartWorld team

Tra smartphone e indossabili, l’evento stampa organizzato da Samsung per il prossimo 11 agosto è destinato certamente a far scalpore, anche solo a guardare il numero di dispositivi attesi al debutto. L’attenzione è rivolta soprattutto verso i due nuovi Galaxy pieghevoli e i primi smartwatch Wear 3.0, ma c’è anche un altro prodotto che farà parte del rinnovato ecosistema della casa coreana: si tratta delle Samsung Galaxy Buds 2.

Le indiscrezioni delle scorse settimane hanno permesso di anticipare a grandi linee le caratteristiche delle nuove cuffie in-ear di Samsung, che potremmo considerare come l’alter-ego delle AirPods 3 di Apple, anch’esse in predicato di debuttare nelle prossime settimane accanto alla serie iPhone 13.

Samsung Galaxy Buds 2: il design

Le Samsung Galaxy Buds 2 si inseriranno a metà strada tra le Galaxy Buds Live e le più costose Galaxy Buds Pro. Pur nascendo tecnicamente come modello successivo delle Galaxy Buds+ commercializzate ad inizio dello scorso anno – lo si intuisce anche dal numero di modello scovato presso i database dell’agenzia governativa americana della FCC, ossia SM-R177, molto simile appunto al codice SM-R175 caratterizzante invece la versione di precedente generazione – i nuovi auricolari true wireless di Samsung riprenderanno alcune delle specifiche tecniche delle attuali Galaxy Buds Pro.

Evidente, in quest’ottica, la somiglianza di design con il modello della linea Pro, dal quale verrà ripresa anche la finitura completamente lucida.

Rispetto alle vecchie Galaxy Buds+ cambierà anche il cofanetto di ricarica, il cui aspetto quadrato (anziché stretto e rettangolare, quasi a mo' di bastoncino) ricorda a tratti quello delle Galaxy Buds Live e Galaxy Buds Pro. Sulla superficie delle cuffie saranno integrati tre microfoni per migliorare la riduzione del rumore durante le conversazioni, nonché i connettori di ricarica e il sensore per il rilevamento della prossimità.

Le colorazioni disponibili al lancio saranno invece cinque: ai più classici bianco e nero si aggiungeranno anche le tonalità viola, verde e gialla, quest'ultima ripresa dai modelli di scorsa generazione, quasi a volerne evidenziare la linea di continuità. Il case di ricarica sfoggerà all’esterno una finitura bianca, mentre all’interno sarà in pendant con quello degli auricolari, per un gioco di colori a metà strada tra l’elegante e il minimale. Una piccola nota di curiosità: le finiture verde e viola sono state riprese dagli smartphone Galaxy Z Fold 3 e Galaxy Z Flip 3.

Samsung Galaxy Buds 2: la scheda tecnica

La scheda tecnica delle Samsung Galaxy Buds 2 vedrà certamente delle novità importanti rispetto alle vecchie Galaxy Buds+. L’elemento di maggior spicco consiste nel supporto alla tecnologia di cancellazione attiva del rumore (ANC), sulla falsariga delle Galaxy Buds Pro. Non manca pure la firma di AKG nell'ottimizzazione del sonoro, vero e proprio marchio di fabbrica tanto negli auricolari quanto nei dispositivi mobili di Samsung, così come i controlli touch per richiamare l’assistente vocale Bixby (che sarà utilizzato anche sui nuovi Galaxy Watch 4) o per cambiare traccia.

Il Bluetooth 5.2 migliorerà l’accoppiamento con gli smartphone e tablet, mentre l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale e dei tre microfoni renderà certamente più confortevoli le conversazioni in chiamata, anche nell'eventualità di ambienti rumorosi o trafficati. La resistenza è infine garantita dallo standard IPX2, che renderà i nuovi auricolari a prova di schizzi e di sudore. Un elemento di distinguo rispetto alle Galaxy Buds Pro è l'assenza dell'audio a 360°, tecnologia quest'ultima evidentemente appannaggio dei modelli di fascia alta.

Confermate le gesture

Le Galaxy Buds 2 punteranno sull'interazione tramite gesture, come da prerogativa della gamma di cuffie true wireless di Samsung. Tramite l'app companion Galaxy Watch – che presenterà un rinnovamento dell'interfaccia dedicata alla funzionalità "Trova i miei auricolari" – sarà possibile personalizzare i comandi da impartire tramite un singolo tap, un doppio tap, un triplo tap e la pressione prolungata. Dalla stessa applicazione si potrà inoltre gestire alcune delle funzionalità principali degli indossabili di nuova generazione. Come anticipato infatti da alcune screenshots, figurerà una specifica opzione per attivare o disattivare la cancellazione attiva del rumore, così come quella per abilitare l'Ambient Sound nelle situazioni più affollate.

Samsung Galaxy Buds 2: la batteria e il prezzo

L'autonomia delle nuove cuffie in-ear dovrebbe essere molto simile a quella delle attuali Galaxy Buds Pro, almeno teoricamente. Stando a quanto riportato in rete, ciascun singolo auricolare accoglierà al suo interno un'unità da 61 mAh, mentre il cofanetto di ricarica potrà ospitare una batteria da 472 mAh. Si tratta di numeri diametralmente opposti a quelli delle precedenti Galaxy Buds+, che sfoggiavano (anche per via del loro design più ingombrante) un'unità da 85 mAh su ciascun auricolare. Tali valori dovrebbero assicurare un utilizzo continuo fino a 20 ore attivando l'ANC e fino a 29 ore laddove si scelga di disattivare la tecnologia di soppressione del rumore.

Infine, un accenno ai prezzi: le nuove Samsung Galaxy Buds 2 dovrebbero debuttare sul mercato tra i 149,99 euro e i 179,99 euro, mentre la disponibilità effettiva sembra fissata per la fine di agosto. Qualche giorno ancora di attesa e scopriremo anche questi ultimi dettagli.

Commenta