Nothing ear (1) ufficiali: auricolari TWS trasparenti, con ANC e grande personalità

E, soprattutto, un prezzo davvero accattivante.
Nothing ear (1) ufficiali: auricolari TWS trasparenti, con ANC e grande personalità
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

Direttamente dal canale YouTube di Unbox Therapy e con la partecipazione di Casey Neistat, il team di Nothing ha appena svelato il suo primo prodotto: Nothing ear (1), auricolari true wireless con cancellazione del rumore, caratterizzati da un design accattivante e un prezzo decisamente interessante.

Nothing è la nuova società fondata da Carl Pei, già co-fondatore di OnePlus: ha sede a Londra e sin da subito ha fatto molto chiacchierare di sé, sia per la comunicazione molto audace, ma anche (e soprattutto) per le personalità che hanno finanziato l'azienda: tra i tanti, oltre il già citato Neistat, c'è GV (fondo di investimenti di Google), Tony Fadell (ingegnere noto per essere il "papà" del progetto iPod), Kevin Lin (co-fondatore di Twitch) e Steve Huffman (co-fondatore e CEO di Reddit).

Nothing debutta sul mercato con gli auricolari ear (1), realizzati in collaborazione con teenage engineering, azienda svedese specializzata in prodotti audio esteticamente bellissimi e piuttosto di nicchia (soprattutto sintetizzatori).

I Nothing ear (1) sono degli auricolari che spiccano subito per il design decisamente peculiare: la forma delle cuffiette ricorda molto gli AirPods Pro di Apple, ma lo stelo è trasparente e lascia vedere i componenti all'interno. Anche il case di ricarica è piuttosto inusuale nelle forme: un sottile parallelepipedo, parzialmente trasparente e con finiture metalliche.

Gli auricolari, che resistono agli schizzi (certificazione IPX4), pesano solo 4,7 grammi l'uno e hanno al loro interno un generoso driver da 11,6 mm: il profilo sonoro è stato messo a punto dal team di audiofili di teenage engineering e la trasmissione avviene tramite Bluetooth 5.2 (codec AAC e SBC).

Lo stelo ospita i comandi touch, che possono anche essere personalizzati dall'applicazione: oltre ai classici Play/Pausa, traccia successiva o precedente e passaggio da ANC a modalità trasparenza, c'è anche la possibilità di regolare il volume con uno swipe. Non manca l'in ear detection, ossia il sistema che manda automaticamente in pausa la musica quando rimuoviamo un auricolare dall'orecchio.

Oltre che sulla qualità sonora, Nothing punta molto sull'ANC, in grado di ridurre i rumori esterni fino a -40dB. Dall'applicazione è possibile regolare il livello dell'ANC, selezionando tra due valori (Light o Maximum), a seconda del contesto in cui ci si trova.

Dall'applicazione, disponibile per Android e iOS, è anche possibile modificare l'equalizzazione (selezionando uno dei preset disponibili) e ritrovare gli auricolari, facendoli squillare.

Su ognuno degli auricolari si trovano 3 microfoni e ear (1) supporta la tecnologia Clear Voice per migliorare la qualità in chiamata anche in situazioni difficili (ad esempio con molto vento).

Per quel che riguarda la batteria, i Nothing ear (1) hanno un'autonomia di 4,5 ore con ANC attivo e fino a 6 ore senza cancellazione del rumore. Il case fornisce circa 5 ricariche complete, portando l'autonomia complessiva a 24 ore con ANC e 34 ore senza.

Il case supporta la ricarica wireless e sia la custodia che gli auricolari supportano la ricarica rapida: 10 minuti di ricarica per le cuffiette garantisce circa un'ora di ascolto, mentre 10 minuti di ricarica del case garantiscono 6 ore di riproduzione con ANC attivo.

Uscita e prezzo

I Nothing ear (1) saranno in vendita (in quantità limitate) dal 31 luglio sul sito dell'azienda al costo di 99€; a partire dal 17 agosto saranno in vendita anche su altri canali, tra cui Amazon.

Video

Foto

Commenta