WhatsApp lancia il multi dispositivo: da oggi (in beta) si potrà usare su più dispositivi

Emanuele Cisotti - Al momento solo per gli utenti beta (e non tutti). La funzione più attesa è però adesso ufficiale.

Era una delle funzioni più attese di WhatsApp ed era stata anche ampiamente anticipata nelle scorse settimane. Oggi è stata lanciata ufficialmente da WhatsApp (che ha pubblicato anche un post sul suo blog), sebbene solo per gli utenti della versione beta, la possibilità di fare l’accesso a WhatsApp su più dispositivi (sebbene non smartphone tablet, ma solo app desktop / WhatsApp Web).

Chi ha installato l’ultima versione di WhatsApp Beta sul proprio smartphone potrà tentare la sorte e scoprire se questa novità è stata già attivata sul suo account. Per farlo basterà andare sui tre puntini in alto a destra e poi su Dispositivi Collegati.

Qui ci potrebbe essere una nuova opzione, che in inglese è Multi-device beta. Abilitandola verrete scollegati dai browser/app desktop a cui eravate connessi e facendo nuovamente il login vi troverete davanti ad una versione beta anche di WhatsApp Web.

Se vi state domandando cosa cambi rispetto al passato la risposta è che adesso la vostra app desktop / WhatsApp Web funzionerà indipendentemente dal vostro smartphone. Testarlo è molto semplice: spegnendo il vostro smartphone riuscirete ad utilizzare WhatsApp dal vostro computer senza problemi. Nel caso ci fosse qualche intoppo nella comunicazione con i vostri amici chiedetegli di aggiornare la loro app di WhatsApp (non importa che loro siano beta, ma devono avere l’ultima versione del software).

Poiché la comunicazione è ancora criptata end-to-end questa “magia” non avviene attraverso il salvataggio cloud dei messaggi (come per esempio succede con Telegram), ma con un sistema che realizza connessioni sicure direttamente con tutti i singoli dispositivi. In sostanza i server di WhatsApp apriranno sessioni criptate con i singoli dispositivi e invieranno a ciascuno il suo messaggio.

Sono molte le funzionalità che si vengono sincronizzate fra i dispositivi (come i messaggi preferiti o le chat archiviate), ma questo non vale invece per le chat cancellate, come misura di sicurezza. Se una delle sessioni su app desktop o WhatsApp Web non viene usata per 14 giorni questa viene chiusa e si dovrà di nuovo fare il login tramite app smartphone.

Fateci sapere se siete fra i fortunati per cui questa nuova funzione è attiva. Se purtroppo così non fosse sappiate che il rollout di questa funzionalità è stata definita dal team di WABetaInfo come “molto lento”.

Aggiornamento22/07/2021

Oggi più persone hanno ricevuto questa novità (noi inclusi). Sotto un video per mostrarne il funzionamento.

  • Simone De Iuliis

    Tutta sta storia e agli atti non é cambiato nulla. Boh

  • Dmitri

    dai dopo 10 anni ci stanno riuscendo….

  • Mariux Revolutions

    Dai, qualche altro secolo di attesa e alla fine la cacata, utilizzabile solo tra dispositivi diversi e non su due o più smartphone contemporaneamente, sarà servita per tutti

  • mat.01

    io ancora non ce l’ho nè su telefono, nè su tablet (dove uso un altro numero).
    Ma non mi è chiaro, riuscirò così ad usare il numero del telefono anche sul tablet?

    • No, niente secondo telefono o tablet, perché a quanto pare chiedere a WA di fare le cose decentemente è pretendere troppo.

      • mat.01

        sul tablet mi tocca usare la versione web… (come prima)
        meglio di niente, però che fastidio

  • Steve

    Ma funzionare su altro device (quindi smartphone e tablet) è in programma in futuro o era già previsto che si limitasse solo al web?

  • Ma solo a me non funziona? Appena invio un messaggio si chiude la connessione e il dispositivo sparisce tra quelli associati poco dopo l’associazione.