Automattic fa propria Pocket Casts ed entra nel mondo dei podcast

Federica Papagni

Automattic, l’azienda alle spalle di WordPress e Tumblr, continua a espandere i suoi confini e ora ha deciso di addentrarsi nel mondo dei podcast grazie all’acquisizione di Pocket Casts, la popolare piattaforma presente sia per i dispositivi mobili Android e iOS, ma anche su desktop e Web.

Pocket Casts era in vendita dallo scorso gennaio, dopo essere stato acquisito da un consorzio americano di stazioni radio pubbliche nel 2018, tra i proprietari citiamo nomi quali National Public Radio (NPR) e WNYC Studios. Però, nonostante la sua notorietà, nel corso del 2020 il servizio ha subito delle perdite finanziare significative che immoterebbero a più di 800.000$.

LEGGI ANCHE: Tutta la linea iPhone 13 sarà dotata del più aggiornato Wi-Fi 6E

Non sono noti i dettagli finanziari legati a questa acquisizione, ma secondo quanto riferito dalla stessa Automattic, la piattaforma manterrà le sue funzionalità come anche i suoi co-fondatori, Philip Simpson e Russell Ivanovic, continueranno a guidare il team che finora ha portato avanti il progetto. Infatti, continueranno a essere disponibili le funzioni per la ricerca e riproduzione dei podcast, e inoltre ci sarà una profonda integrazione tra WordPress.com e Pocket Casts, rendendo più facile la distribuzione e l’ascolto dei podcast.

L’accesso a Pocket Casts è gratuito tramite le applicazioni per iOS e Android. È inoltre possibile acquistare un abbonamento annuale che consente invece il suo utilizzo tramite le versioni web, Windows e macOS. Supporta anche la riproduzione tramite Apple Watch, CarPlay, Android Auto, Sonos e Alexa.

Via: 9to5Google