Anche Spotify prende spunto da Clubhouse e lancia Greenroom (foto)

Vito Laminafra -

L’enorme successo avuto da Clubhouse, il social network “solo audio” arrivato l’anno scorso in esclusiva iOS, ha portato i grandi colossi della tecnologia a correre ai ripari: Facebook, Instagram, Twitter e Reddit sono stati i primi a creare cloni di questa piattaforma.

LEGGI ANCHE: Huawei FreeBuds 4 ufficiali: da oggi con Band 6 in omaggio

L’ultimo arrivato è Spotify: il servizio di streaming musicale ha da poco lanciato Greenroom, piattaforma che praticamente funziona come Clubhouse, ma porta comunque alcune funzioni esclusive. L’app è stata creata dalle ceneri di Locker Room di Betty Labs, azienda che Spotify ha acquisito lo scorso marzo, e consente agli utenti di creare o entrare in stanze e parlare di vari argomenti quali musica o sport.

Funzione importate è quella che consente di registrare automaticamente tutto quello che viene detto all’interno di una stanza e di pubblicare il tutto sotto forma di episodio di un podcast. Per spingere i creator verso questa piattaforma, Spotify ha anche creato un fondo destinato ai creatori di contenuti: non ci sono molte notizie in merito, ma una fonte vicina all’azienda ha dichiarato che le persone saranno pagate in base alla popolarità delle loro stanze e che sono in corso accordi esclusivi con i creator.

Via: The VergeFonte: Spotify
  • L0RE15

    “Funzione importate è quella che consente di registrare automaticamente tutto quello che viene detto all’interno di una stanza e di pubblicare il tutto sotto forma di episodio di un podcast.”

    Importante per dare un bel calcio nel sedere alla privacy dei partecipanti.