Apple vuole dire addio alle password e sta muovendo i primi passi nel farlo

Apple vuole dire addio alle password e sta muovendo i primi passi nel farlo
Federica Papagni
Federica Papagni

Il futuro privo di password non è tanto impossibile da immaginare. Apple grazie ai suoi prossimi sistemi operativi, sia iOS 15 che macOS Monterey, introdurrà Passkeys in iCloud Keychain, la nuova funzionalità che consentirà di poter sostituire la sequenza di lettere, numero e segni d'interpunzione scelti con il Face ID, Touch ID o una chiave di sicurezza.

Passkeys sono delle coppie di chiavi private e pubbliche basate sullo standard WebAuthn, lo stesso che altre azienda come Google e Microsoft hanno iniziato a supportare nel corso degli ultimi anni.

Queste inoltre vengono conservate all'interno del portachiavi iCloud, così da poter essere utilizzate laddove lo standard è supportato.

Per spiegare in che cosa consiste questa funzione, chiamiamo in ballo le parole dell'ingegnere Garrett Davidson, il quale ha dichiarato che durante il processo di registrazione su un'app oppure su un sito Web sarà sufficiente inserire il proprio nome utente e consentire all'app di registrare il FaceID come Passkey, per poter così in futuro procedere con l'accesso.

Tale operazione permetterà persino di utilizzare la scansione dell'impronta anche per entrate nel proprio account della versione Web tramite Mac.

Passkeys in iCloud Keychain è attualmente presente in anteprima nei nuovi OS, ma ha come fine quello di dare la possibilità agli sviluppatori di poter muovere i primi passi e iniziare così a fare i primissimi test. Quindi, parliamo di un qualcosa che non è stato pensato per essere destinato fin da subito agli utenti finali.

La storia che qui vi abbiamo raccontato è ancora agli inizi, ma possiamo già da ora intuire quale potrà mai essere il suo sviluppo: la libertà dalle password e dall'obbligo di doverle ricordare.

Via: 9to5Mac

Commenta