Vodafone si adegua alla delibera AGCOM: i servizi in abbonamento sono disattivati di default

Vodafone si adegua alla delibera AGCOM: i servizi in abbonamento sono disattivati di default
Filippo Morgante
Filippo Morgante

Dopo un primo iniziale slittamento delle operazioni, a partire dal 5 giugno tutti i clienti Vodafone hanno ufficialmente attivo sulla propria SIM il blocco di default dei servizi VAS. Le previsioni iniziali dell'operatore erano di fornire questo servizio a tutti entro il 30 aprile, data poi slittata al 31 giugno. Niente più servizi in abbonamento attivati in modo inconsapevole da parte degli utenti.

I servizi a sovrapprezzo che questa mossa va a bloccare, comprendono tutti quei servizi attivabili tramite SMS o connessione dati che riguardano oroscopi, video, musica, notizie, meteo, suonerie o altro ancora.

Solitamente questi prevedono un pagamento una tantum o un abbonamento periodico, il cui costo viene scalato dal vostro credito telefonico. La scelta di eseguire questa modifica, segue una delibera AGCOM, che a tutela degli utenti ha ritenuto giusto rendere questi servizi disattivati di default.

Il barring in questione riguarderà tutti i servizi VAS, ad eccezione però di quelli realmente utili per gli utenti, come ad esempio: servizi di Mobile Ticketing, informativi bancari, televoto, donazioni, postali e altri.

Per coloro che vorranno riattivare l'abilitazione all'acquisto dei servizi VAS, basterà inviare un SMS al numero 3424042000 con la parola “Sblocco“ come corpo del messaggio, oppure contattare il canale di assistenza digitale TOBi.

Commenta