WindTre ha specificato i tipi di tecnologia utilizzati per il suo 5G con tanto di percentuali di copertura

Federica Papagni -

Fino ad ora la pagina WindTre dedicata alla sua rete 5G riportava semplicemente una determinata percentuale complessiva di popolazione nazionale coperta (attualmente pari al 91,02%), ma senza specificare la tecnologia di rete con cui il servizio viene erogato. Ora invece l’operatore ha deciso di optare per una maggiore chiarezza e completezza, dichiarando la base tecnologica della rete: 5G FDD DSS5G TDD.

WindTre ha quindi ufficializzato sulla sua pagina dedicata le caratteristiche tecniche della sua rete di quinta generazione implementata in tutta Italia, specificando inoltre le percentuali per tecnologia con la seguente dicitura:

“Copriamo il 91% della Popolazione in modalità 5G FDD DSS, e il 26,8% in modalità 5G TDD. Le coperture sono in sovrapposizione.”

Per approfondire maggiormente gli aspetti tecnici i clienti possono consultare la nuova sezione  denominata “5G e Copertura”.

LEGGI ANCHE: Iliad compie 3 anni ed ecco tutte le offerte disponibili in Italia

Arrivati a questo punto è lecito però spiegare in che cosa consistono queste due tecnologie citate. Nel caso del 5G FDD DSS, questa permette di usare dinamicamente lo stesso spettro FDD in modalità condivisa sia per connessioni 4G che per connessioni 5G, il che permette la scelta rapida e intelligente di una delle due in base al tipo di terminale e all’offerta. WindTre afferma inoltre di utilizzare le frequenze FDD a 1800 MHz e 2600 MHz. Mentre per quanto riguarda il 5G TDD, che sfrutta la banda a 3600 MHz, l’operatore dichiara di aver bisogno dell’accensione di uno spettro nuovo dedicate al solo 5G. Per questo motivo tale tecnologie è ancora in fase di distribuzione, avente come priorità le località ad alto traffico.

Per apprendere le differenze di prestazione tra queste due tecnologie è stata messa a confronto la massima velocità teorica per una portante 5G TDD di 20 MHz e una portante 5G FDD DSS di 20 MHz, prendendo in considerazione le condizioni di singolo utente 5G e medesima ottimale copertura. I risultati ottenuti sono i seguenti:

  • Un throughput in Down Link pari a circa 290 Mbps per il 5G TDD e 280 Mbps per 5G FDD DSS;
  • Un throughput in Up Link pari a circa 20 Mbps per 5G TDD e circa 70 Mbps per 5G FDD DSS.

Per concludere, l’operatore evidenzia che a prescindere dalla tencologia utilizzata fino a questo frangente ha implementato la sua rete di quinta generazione attraverso lo standard NSA (Non Standalone), secondo il quale la velocità del 5G si somma a quella del 4G tramite il dual connectivity, che in questo caso permette di ottenere una velocità massima teorica di circa 1,6 Gbps.

Nei documenti di trasparenza tariffaria, WindTre ha infatti specificato che la velocità di connessione massima stimata in 5G è di 1,6 Gbps in download e di 150 Mbps in upload. Nel dettaglio, fino a 1,6 Gbps nelle regioni loddove dispone di 40 MHz di banda contigui, mentre fino a 1,3 Gbps nelle regioni dove l’operatore dispone di soli 20MHz contigui.

Via: MondoMobileWeb
  • TheJedi

    Sarebbe anche interessante vedere dove c’è cosa, ma in ogni caso finché sarà NSA non si vedrà il salto.