App

WhatsApp batte in ritirata: per ora non limiterà le funzionalità al rifiuto della sua politica sulla privacy

WhatsApp batte in ritirata: per ora non limiterà le funzionalità al rifiuto della sua politica sulla privacy
Filippo Morgante
Filippo Morgante

La vicenda più appassionante degli ultimi mesi torna a puntare i riflettori su di sé, e dopo aver ricevuto diverse critiche da parte dei cittadini di tutto il mondo, sembra che per ora WhatsApp non limiterà le funzioni agli utenti che non accettano i tanto temuti Termini di servizio. Il cambiamento della politica sulla privacy da parte dell'azienda era divenuto effettivo lo scorso 15 maggio.

Una settimana prima di quella data, l'applicazione di proprietà di Facebook aveva detto che non cancellerà l'account degli utenti se non accettano la nuova politica ma ricorderà loro costantemente di accettarla, e che dopo "diverse settimane" avrebbe limitato alcune funzionalità di base della piattaforma.

In una recente dichiarazione, WhatsApp ha però ritrattato, annunciando che per ora non limiterà alcuna funzionalità per gli utenti che non accetteranno i nuovi Termini di servizio.

Date le recenti discussioni con varie autorità ed esperti di privacy, vogliamo chiarire che attualmente non abbiamo intenzione di limitare la funzionalità di WhatsApp per coloro che non hanno ancora accettato l'aggiornamento. Invece, continueremo a ricordare agli utenti di tanto in tanto l'aggiornamento così come quando le persone scelgono di utilizzare funzioni opzionali rilevanti, come comunicare con un'azienda che sta ricevendo supporto da Facebook.

da WhatsApp

Non ci è dato sapere se in futuro questo aspetto cambierà, ma le notizie di "rivolta" che arrivano dai governi di vari Paesi del mondo fanno pensare che sarà molto dura vincere questa battaglia per l'app di messaggistica.

Commenta