Il cuore degli smartphone Android del futuro: ecco le novità da Arm (foto)

Il cuore degli smartphone Android del futuro: ecco le novità da Arm (foto)
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Arm è una delle aziende assolutamente centrali nel panorama dei componenti hardware per dispositivi mobili e non solo. La stessa azienda che ha appena presentato le nuove configurazioni hardware per CPU e GPU, le prime in assoluto con architettura Armv9.

Nello specifico Arm ha svelato le sue CPU Cortex-X2 e Cortex-A710 e la GPU Mali-G710. Come anticipato si tratta di novità di estrema rilevanza perché consistono nelle prime configurazioni con architettura Armv9, una novità che non si vedeva da un decennio.

Le configurazioni hardware progettate e sviluppate da Arm sono integrate nella stragrande maggioranza dei dispositivi Android, e per questo le novità appena svelato dovrebbero interessarci da vicino.

Chiaramente le nuove CPU e GPU svelate da Arm presuppongono dei tangibili miglioramenti in termini di prestazioni e di efficienza energetica, i quali si rifletteranno sulle performance degli smartphone Android che vedremo sul mercato a partire dal 2022. La CPU più pesante in termini prestazionali è la Cortex-X2, la quale implica un salto del 16% in termini di performance rispetto alla generazione precedente che troviamo su Snapdragon 888.

Arm ha anche presentato un nuovo core ad alte prestazioni, il Cortex-A510, successore del noto Cortex-A55 che troviamo su tantissimi smartphone Android in commercio a partire dal 2017.

Questo nuovo core presuppone un salto di prestazioni pari al 30%, con un incremento dell'efficienza energetica che si attesta al 20% rispetto alla generazione precedente.

Ci aspettiamo dunque che i produttori di processori per smartphone, Qualcomm con i suoi Snapdragon e Samsung con i suoi Exynos, adotteranno e ottimizzeranno le soluzioni appena svelate da Arm.

Parlando di GPU, la Mali-G710 sarà quella destinata agli smartphone che richiedono prestazioni maggiori, soprattutto ai gaming-phone. Poi abbiamo la Mali-G510 e la Mali-G310, destinate rispettivamente ai dispositivi di fascia media e a quelli entry-level.

In conclusione, le novità presentate da Arm non si rivolgono solo agli smartphone di fascia alta ma anche ai dispositivi più modesti che arriveranno sul mercato a partire dal 2022. Le nuove architettura per processori mobili presentate dall'azienda saranno, molto probabilmente, molto indicate anche per dispositivi indossabili come gli smartwatch.

Via: The Verge

Commenta