Apple svela alcuni segreti del nuovo iPad Pro nei suoi documenti di supporto

Apple svela alcuni segreti del nuovo iPad Pro nei suoi documenti di supporto
Filippo Morgante
Filippo Morgante

Da quando il nuovo iPad Pro è arrivato tra le mani dei primi consumatori qualche giorno fa, Apple ha iniziato a condividere sul suo sito una serie di documenti di supporto che trattano un ampio spettro di argomenti. Tra questi troviamo per esempio il display Liquid Retina XDR, il supporto Thunderbolt e USB4, la rete 5G sui modelli con connessione cellulare, e la nuova funzione di Inquadratura automatica della fotocamera frontale per le videochiamate.

Grazie a questi documenti condivisi da Apple stessa, si possono conoscere alcuni dettagli che precedentemente non erano stati resi noti. Per esempio, oltre a supportare fino a 1.000 nits di luminosità a tutto schermo, il display Liquid Retina XDR supporta una luminosità di picco di 1.600 nits per i punti di luce in un'area grande fino al 40% dello schermo quando il resto dell'immagine è nero o ha una luminosità massima di 600 nit. Apple ha inoltre aggiunto che il chip M1 con cui questi tablet sono equipaggiati rappresenta il vero motore dietro al nuovo display.

Il display di iPad Pro è stato realizzato con un'architettura completamente nuova, che consente di ottenere una gamma dinamica estrema. Il nuovissimo sistema di retroilluminazione a mini-LED 2D con zone di oscuramento locale controllate singolarmente è stata la scelta migliore per offrire livelli elevatissimi di luminosità a tutto schermo e contrasto, oltre alla fedeltà cromatica fuori asse. Tutte caratteristiche indispensabili per i flussi di lavoro dei professionisti della creatività. [...] Inoltre, gli algoritmi personalizzati che vengono eseguiti sull'avanzato motore grafico del chip M1 agiscono a livello di pixel per controllare separatamente lo strato di mini-LED e quello LCD, trattandoli come due display distinti. Questi algoritmi proprietari coordinano lo strato di mini-LED e quello LCD nelle transizioni per offrire un'esperienza visiva ottimale. Le caratteristiche di transizione delle zone di oscuramento locale, come una leggera sfocatura o un lieve cambiamento di colore durante lo scorrimento dei contenuti su uno sfondo nero, sono del tutto normali.

da Apple

Per quanto riguarda il supporto a Thunderbolt 3 e USB4, Apple ha precisato che alcuni accessori che sfruttano queste porte potrebbero richiedere maggiore potenza dall'iPad Pro, quindi la società ha ricordato ai clienti di scollegare questi accessori dall'iPad quando non vengono utilizzati. Come già avviene anche con i vari modelli iPhone 12, Apple ha confermato che gli aggiornamenti di iPadOS tramite dati cellulare sono supportati sul nuovo iPad Pro quando l'opzione "Consenti più dati su rete 5G" è abilitata.

Via: MacRumors

Commenta