Cosa succederà a WhatsApp da oggi, 15 maggio, con le nuove privacy policy

Nicola Ligas - Il 15 maggio entrano in vigore i nuovi termini di servizio di WhatsApp, che prevedono una maggiore condivisione di dati con Facebook. Ma cosa succederà al vostro account se non doveste accettarli?

Oggi, 15 maggio 2021, è la data fatidica in cui entreranno in vigore le nuove privacy policy di WhatsApp, che prevedono una maggiore condivisione di dati con Facebook, e che tante polemiche hanno scatenato nei mesi passati. La “minaccia” finora in vigore, per chi non avesse accettato detti termini entro detta data, era che l’account stesso potesse essere cancellato, ma WhatsApp ha saggiamente deciso di tornare sui suoi passi.

While the majority of users who have received the new terms of service have accepted them, we appreciate some people haven’t had the chance to do so yet.

No accounts will be deleted on May 15 because of this update and no one will lose the functionality of WhatsApp either. We will follow up with reminders to people over the next several weeks.

Questa è la dichiarazione dell’azienda, che conferma non ci saranno provvedimenti contro “i dissidenti”, ai quali sarà periodicamente ricordato di accettare i nuovi termini di servizio. Se aveste già accettato i nuovi termini invece, non ci saranno ovviamente ulteriori promemoria, ma in ogni caso vi ricordiamo che in Europa vige “lo scudo” del GDPR. Attenzione però, perché sul lungo periodo le cose sono diverse.

APPROFONDISICI:

WhatsApp ha chiarito sul proprio sito ufficiale cosa succederà agli account che continueranno a non accettare i suoi termini anche dopo “alcune settimane” (quante di preciso, non ci è dato saperlo) dalla loro entrata in vigore (cioè da oggi), e non è un happy ending.

Ad un certo punto il promemoria relativo alle nuove policy diventerà permanente, e l’utente in questione non potrà più accedere all’elenco delle chat, ma potrà comunque rispondere a chiamate e videochiamate in arrivo. Inoltre, se le notifiche fossero abilitate, potrà leggere e rispondere ai messaggi, o richiamare in caso di chiamata o videochiamata persa.

Ma non finisce qui, perché dopo ulteriori “alcune settimane” con funzionalità limitate come sopra, non sarà più possibile ricevere chiamate in arrivo o notifiche, e WhatsApp interromperà l’invio di messaggi e chiamate al telefono. Di fatto l’app diventerà inutilizzabile.

E attenzione, perché sebbene WhatsApp specifichi che non eliminerà l’account di chi non accetti l’aggiornamento delle policy, chiarisce anche che verranno comunque applicate le regole sugli utenti inattivi, che prevedono l’eliminazione degli account dopo 120 giorni di inattività.

Detta altrimenti, l’account non sarà cancellato a causa della non accettazione dei nuovi termini di servizio, ma questo potrebbe comunque causare l’eliminazione dell’account per inattività, dato che ad un certo punto WhatsApp diventerà di fatto inutile, a meno di non accettare le famigerate nuove regole.

Via: The Next Web
  • FabrizioC

    Paura è?

    • ILCONDOTTIERO

      La cosa deve essere facoltativa , inutile che ti obbligano . E poi la faccia di libro adesso sta facendo spola con il club .

  • Marko4646

    Praticamente significa, accettate o no, a noi non cambia nulla, facciamo quello che vogliamo con i vostri dati, l’avvertimento è solo di facciata.

    • ILCONDOTTIERO

      Ecco questo discorso è più reale . Come fan tutti gli altri del resto.

  • silvio

    Ma sempre più schifo. Whatsapp e facebook dovrebbero solo chiudere i battenti, purtroppo nn credo sarà possibile nel medio termine

    • ILCONDOTTIERO

      Cosa credi che facciano gli altri ? Credi che vi sia un sistema fate bene fratelli che faccia beneficienza o che ti garantisce per sempre ?

  • Psyco98

    E giustamente l’UE chiede i miliardi a google perché fa installare le proprie app sui telefoni col suo sistema. Logico.