App

La fuga da WhatsApp a causa delle nuove privacy policy è già finita?

La fuga da WhatsApp a causa delle nuove privacy policy è già finita?
Nicola Ligas
Nicola Ligas

L'annuncio dei nuovi termini di servizi di WhatsApp, lo scorso gennaio, è stato un autentico boomerang per l'app di messaggistica di Facebook, portando tantissimi utenti a scegliere quantomeno di provare la concorrenza. A darci un po' di numeri più precisi al riguardo ci pensa ora Sensor Tower.

Nei primi quattro mesi del 2021 le installazioni di Telegram sono salite del 98% di anno in anno, fino ad oltre 161 milioni, mentre Signal è cresciuta del 1.192% (mille e cento-novanta-due), fino a raggiungere i 64,6 milioni di nuovi utenti.

Il balzo maggiore però è avvenuto a gennaio, subito dopo l'annuncio di WhatsApp, ma da allora il ritmo dei nuovi utenti è progressivamente sceso, fino ad assestarsi ormai sui valori precedenti.

Soltanto a gennaio, Telegram è cresciuta del 283% rispetto all'anno precedente, con 63,5 milioni di download, ma già ad aprile la progressione di anno in anno si è arrestata, addirittura con un -3% rispetto al 2020.

In proporzione le cose vanno meglio a Signal, che ha gennaio ha fatto un balzo di oltre il 5.000% rispetto a gennaio 2020, e sebbene da allora le nuove installazioni siano scese molto, sono comunque rimaste su valori superiori al pre-nuove policy di WhatsApp, tanto che ad aprile 2021 Signal ha avuto comunque più del doppio dei nuovi utenti rispetto ad aprile 2020, per quanto parliamo di soli 2,8 milioni, che sono ancora pochi rispetto a Telegram (26 milioni) e WhatsApp (38 milioni).

WhatsApp dal canto suo è scesa del 43% nel periodo gennaio-aprile 2021, rispetto allo stesso periodo del 2020; sebbene abbia comunque raggiunto un numero di utenti superiore ai singoli rivali, con 172,3 milioni in totale in questi primi 4 mesi.

WhatsApp veniva comunque da un periodo già un po' "di crisi", iniziato più o meno con lo scatenarsi della pandemia lo scorso anno. In ogni caso è significativo constatare che non ha smesso di attrarre nuovi utenti dopo gennaio, segno che Telegram, Signal e chi per loro sono stati delle prove, dei tentativi da parte degli utenti, a fianco di WhatsApp, e non come alternativa assoluta.

Vedremo cosa succederà nei prossimi mesi, con l'inasprirsi delle sanzioni per chi non accetti le nuove policy, ma l'impressione è che tutto torni più o meno come prima.

Fonte: Sensor Tower

Commenta