iFixit smonta e confronta AirTag con Tile e SmartTag (foto)

Enrico Gargiulo

Solo ieri vi abbiamo mostrato l’implacabile taglierino di JerryRigEverything mettere alla prova AirTag di Apple e oggi continuiamo su questa stessa scia: i colleghi di iFixit hanno smontato lo smart tracker e l’hanno comparato all’ormai storico Tile e al recentissimo SmartTag+ di Samsung.

Oltre a poter apprezzare le dimensioni particolarmente ridotte e l’intelligente utilizzo degli spazi di AirTag, lo stile di iFixit ci fa sorridere particolarmente in una considerazione: Apple è da sempre bravissima a prendere caratteristiche basilari e a trasformarle in accessori da vendere a parte. In questo caso, è l’assenza di un foro a motivare il ragionamento: compattando tutte le componenti interne, AirTag non ha fisicamente spazio per un foro che permetta al tracker di essere legato a un portachiavi, o a uno zaino.

LEGGI ANCHE: Eccovi presentati i nuovi iMac in tutta la loro colorata potenza

Foste abbastanza temerari, potreste valutare la procedura linkata da iFixit per forare AirTag, ma badate che, nel migliore dei casi, perderete comunque l’impermeabilità del dispositivo. Qualora invece preferiste una soluzione più semplice, Apple ha già messo in vendita, tramite la pagina ufficiale, diversi portachiavi nel quale inserire i tracker, a partire dal più economico, al prezzo di 13,95€ fino alle varianti di Hermès, vendute a 349,00€.

Un vincitore indiscusso di questo teardown comparato non c’è, ma non possiamo non apprezzare la qualità che Apple è riuscita a dare a AirTag, specie considerando che si tratti della sua prima generazione, ma è anche vero che, con tutto il tempo che ha impiegato la società per realizzarlo, non potevamo aspettarci meno.

Via: iFixit