Illiad e gli operatori virtuali continuano a guadagnare (ma anche a perdere) più clienti degli altri (foto)

Illiad e gli operatori virtuali continuano a guadagnare (ma anche a perdere) più clienti degli altri (foto)
Enrico Gargiulo
Enrico Gargiulo

L'ultimo Osservatorio AGCOM ha portato con sé i dati sulle dinamiche di portabilità tra gli operatori telefonici dell'ultimo trimestre dello scorso anno: sembra che solo durante il 2020 siano stati effettuati 15 milioni di cambi di gestore.

Nonostante il numero significativamente alto, ci troviamo di fronte al secondo valore più basso raggiunto da queste operazioni nel corso degli ultimi quattro anni, come descritto dalle immagini in calce, il che evidenzia una maggiore stabilità da parte della clientela.

La classifica degli operatori con maggiori linee in uscita si chiude con: WindTre, gli MVNO, Tim e in ultima posizione Vodafone, mentre per le linee in entrata sono state preferite quelle virtuali, seguite da Illiad, poi Tim, Vodafone e solo in ultimo da WindTre.

L'analisi ci permette di riflettere su un dato interessante: mentre i clienti degli operatori tradizionali stanno trovando una stabilità maggiore, riducendo i numeri di clienti in entrata e in uscita, c'è un enorme fermento per quanto rigurada i gestori virtuali, esclusi Kena Mobile e Ho.

Mobile, che vengono inseriti rispettamente nei dati di Tim e di Vodafone.

Commenta