Adobe Flash su iOS? Apple ci aveva provato, ma i risultati erano “imbarazzanti”

Giuseppe Tripodi

Dalle deposizioni per il caso Apple vs Epic stanno venendo fuori informazioni interessanti in merito alle scelte compiute da Apple nel corso degli anni. Ad esempio, abbiamo appreso delle discussioni sul portare o meno iMessage su Android e adesso arrivano anche curiosi retroscena sull’eventualità di avere Adobe Flash su iPhone e iPad.

All’epoca dei primi iPhone, Flash era ancora una tecnologia estremamente diffusa: nonostante Steve Jobs abbia sempre negato l’intenzione di portare Flash su iOS, sostenendo la superiorità di HTML5, una deposizione di Scot Forstall, ex dirigente di punta, svela che Apple provò ad aprire la strada a Flash.

Con il lancio di iPad, un dispositivo perfetto per la multimedialità, l’assenza di Flash si faceva sentire: Adobe provò a sviluppare una versione per iOS ed Apple cercò di aiutare l’azienda ad ottimizzare il software.

Ma le performance erano terribili, imbarazzanti ed Apple decise che un’esperienza utente simile non era accettabile. A tal proposito, Forstall ha dichiarato:

Non abbiamo lanciato Flash. Abbiamo provato a farlo funzionare. Abbiamo aiutato Adobe. Sicuramente eravamo interessati. […] Pensavo che se fossimo riusciti a farlo funzionare, sarebbe stato grandioso. Ma Flash era un problema per il modo in cui si lega ai sistemi, è stato un incubo di virus su Windows, e anche sul Mac. E quando l’abbiamo provato su iOS, le performance erano semplicemente terribili, imbarazzanti: non sarebbe mai potuto diventare un valore aggiunto per il consumatore.

Adobe Flash è ufficialmente morto lo scorso 31 dicembre ed HTML5 è effettivamente diventato lo standard di riferimento del web, come auspicato da Steve Jobs.

Via: 9to5Mac
  • Mariux Revolutions

    E fu così che Apple, anzi, Steve Jobs fece fuori Flash 😂🤦‍♂️
    Perché ciò non mi meraviglia?

    P.S. Sono un felice possessore di un iPhone XS Max da quasi 2 anni. Lo dico giusto per evitare che pensiate che io sia un “Android Fanboy” (lo sono stato per 7 anni, e anche molto integralista)