Un rumor su iOS 15 suggerisce che iPhone 13 potrebbe avere anche Touch ID

Giuseppe Tripodi Ma non contateci troppo, ecco.

Mancano meno di due mesi dall’inizio del WWDC, l’annuale conferenza per sviluppatori di Apple, ma ancora adesso non sappiamo quasi nulla di iOS 15, prossima versione del sistema operativo mobile della mela.

A tal proposito, il sito francese iPhoneSoft sostiene di aver parlato con una fonte informata sui fatti e ha riportato una serie di informazioni sulla prossima versione di iOS. A scanso di equivoci, vi suggeriamo di prendere tutte queste informazioni con un po’ di scetticismo: iPhoneSoft non è un sito noto per divulgare informazioni in anteprima, ma non possiamo sapere l’affidabilità della loro fonte.

Fatte le dovute premesse, passiamo a vedere le possibili novità.

Supporto a Touch ID e Face ID

Stando a quanto riferito da iPhoneSoft, la più importante novità di iOS 15 sarebbe una nuova API per l’autenticazione biometrica, che permetterebbe la verifica tramite Face ID e Touch ID contemporaneamente.

Un nuovo strumento che utilizza entrambi i sistemi suggerisce ovviamente la presenza di Touch ID su iPhone 13: da tempo si parla della possibilità di un sensore di impronte digitali integrato sotto il display dei nuovi iPhone e questa sarebbe una nuova conferma.

Nuovo Centro di Controllo

Tra le novità che possiamo aspettarci da iOS 15, si parla di un nuovo Centro di controllo, caratterizzato da un’interfaccia più simile a quella di Big Sur, più compatto e più leggibile.

1 TB di storage e altro

Tra le altre novità riferite dal portale francese ci sarebbe il supporto ad 1 TB di storage: il nuovo taglio di memoria potrebbe debuttare sempre con iPhone 13.

Inoltre, si parla del supporto ad AirTag (che ormai potremmo dare per assodato) e, in termini di macOS, iPhoneSoft suggerisce il supporto a Face ID per i nuovi MacBook Pro; tuttavia, questa informazione contrasta con quanto suggerito dal più autorevole Mark Gurman di Bloomberg, secondo cui lo sblocco col volto non arriverà a breve sui Mac.

Via: MacRumors
  • Mariux Revolutions

    E vabbè, se confermato il discorso del Touch ID (magari sotto lo schermo), si sapeva già da tempo.
    Ed è buono, non solo ora per la questione delle mascherine che impediscono l’utilizzo del Face ID, ma in generale, sia per avere una doppia scelta, a seconda di quello che si predilige, sia per creare magari una combinazione di sblocchi biometrici, ovvero Face ID + Touch ID, anziché la solita via di mezzo ibrida Face ID/Touch ID + Password/Sequenza, ecc.