Apple rigetta applicazioni non conformi alle regole di App Tracking Trasparency di iOS 14.5 (foto)

Enrico Gargiulo

Apple fa sul serio e comincia a rigettare moltissime applicazioni che, nei loro aggiornamenti, non hanno apportato modifiche che le rendano compatibili con le nuove regole di App Tracking Trasparency che saranno introdotte da iOS 14.5.

Le applicazioni, infatti, dovranno chiedere il permesso per poter accedere al codice unico di ogni utente conosciuto come advertising identifier, o IDFA, ed effettuare un tracciamento utile al fine d’indirizzare pubblicità mirate al cliente finale. Questo passaggio impossibilita qualsiasi tentativo di raggiro delle app per ottenere queste informazioni e sappiamo che non sarà preso benissimo da molti sviluppatori. Appena un mese fa vi raccontavamo come Facebook stessa abbia preso male questa novità introdotta da Apple.

LEGGI ANCHE: Un nuovo brevetto potrebbe trasformare gli iPhone in delle grattugie

Svariate applicazioni, tra le quali Heetch, Radish Fiction e InnoGames sono state rigettate, mentre la compagnia Adjust è corsa a correggere i suoi SDK per permettere alle app che se ne avvalgono di poter essere ancora installate e utilizzate sugli iPhone.

Dato il crescente fermento crediamo che il nuovo sistema di sicurezza e protezione dei dati possa ormai essere prossimo al lancio, che avverrà, come sappiamo, questa primavera assieme a iOS 14.5.

Via: MacRumors