Le casse di Telegram si riempiono: consistenti investimenti da privati, l’indipendenza rimane una priorità

Vincenzo Ronca

Arrivano interessanti novità per Telegram e per questa volta non si tratta di novità che riguarderanno le funzionalità a disposizione dei suoi utenti. Queste riguardano invece le casse dell’organizzazione, che si sono riempite di consistenti investimenti.

Ammonterebbe a ben 1 miliardo di dollari la cifra appena raccolta da Telegram da investitori privati in tutto il mondo. Durov, il CEO di Telegram, non ha specificato la natura o l’identità degli investitori. Tali investimenti arrivano come la vendita di obbligazioni. Oltre a questo, Telegram ha ricevuto ulteriori 150 milioni di dollari da un fondo d’investimento, in particolare da un fondo sovrano degli Emirati Arabi Uniti con sede a Abu Dhabi. In seguito a tale investimento, Telegram dovrebbe aprire una sede proprio ad Abu Dhabi.

LEGGI ANCHE: AAWireless, la recensione

Nonostante le ultime novità, Durov ha ribadito i principi chiave di Telegram, fondati sull’indipendenza e sulla protezione dei dati personali da parte della piattaforma di messaggistica. In questo senso, Durov ha specificato che la strategia di monetizzazione, recentemente annunciata, verrà adottata da Telegram in modo non invasivo per gli utenti. Verranno ad esempio resi disponibili degli sticker animati a pagamento, realizzati da artisti che guadagneranno sulle future vendite.

Via: Corriere Comunicazioni