Mezzo miliardo di wearable venduti nello scorso anno (foto)

Enrico Gargiulo -

La curva di vendita dei dispositivi indossabili ha cominciato un’impennata che non sembra intenzionata a fermarsi. Ve ne abbiamo parlato in quest’articolo, ma quello che ancora non era stato comunicato era il numero esatto di unità vendute: per la prima volta dalla loro nascita, sono stati venduti ben 500 milioni di wearable nel corso del 2020.

La crescita è stata trainata da Apple e Xiaomi e i dispositivi da polso, smart band e watch, assieme alle cuffie auricolari TWS Bluetooth hanno conseguito il 98% delle vendite totali e sono in continuo aumento. Seguendo questo andamento, si prevede che prima della fine dell’attuale decade siano venduti ben 2 miliardi di dispositivi, superando numericamente gli smartphone.

LEGGI ANCHE: Le innovazioni dei wearable di TCL presentate al CES 2121

D’altra parte i wearable possono essere indossati su qualsiasi parte del corpo: pensiamo agli occhiali smart per la realtà aumentata, agli anelli dotati di biosensori, o alle scarpe che diventano controller o che siano capaci di rilevare il livello d’inquinamento e chissà quanto altro vedremo nel prossimo futuro.

Via: StategyAnalitics
  • errata-corrige

    Ma neanche un accenno al fatto che Apple ha oltre la metà di tutto il mercato e meritatamente? Citate xiaomi che vende braccialetti a 20 euro.. ma scherzate o cosa? E poi bisognerebbe parlare della qualità: Apple Watch è anche un vero salvavita, incredibile il livello di innovazione offerto da Apple. A differenza degli altri marchi , Apple Watch funziona davvero in tutte le sue funzionalità (anche di salute)