Stanchi dei messaggi vocali troppo lunghi? Su WhatsApp potrebbe presto arrivare una soluzione

Vito Laminafra

Gli audio troppo lunghi sono una delle scocciature più grandi che possano capitare durante una conversazione, ma sembrerebbe che WhatsApp sia pronta a porre rimedio a questo. Con un post sul proprio profilo Twitter, WABetaInfo, ovvero il leaker più affidabile per quanto riguarda l’applicazione di messaggistica di Zuckerberg, ha annunciato che WhatsApp è al lavoro su una funzione che farà sicuramente felici tutti gli utenti.

LEGGI ANCHE: I prossimi iPhone 13 avranno le batterie più grandi

L’azienda infatti starebbe sviluppando un opzione per cambiare la velocità di riproduzione dei messaggi vocali, un po’ come avviene già da molto tempo su Telegram, che permette di riprodurre i file audio al doppio della velocità. Purtroppo non abbiamo altre notizie a riguardo, né immagini in anteprima di tale funzione: WABetaInfo si è limitato a dire che tutto questo sarà disponibile in una futura release dell’app, sia su Android che iOS.

Non ci resta quindi che attendere ulteriori notizie riguardo questa funzione e ovviamente vi terremo aggiornati nel caso in cui vi siano sviluppi interessanti.

  • TheJedi

    L’ideale sarebbe la trascrizione.

    • carlo

      L’ideale sarebbe che la gente imparasse a non usarli se non in momenti di assoluta necessità, e capisse che messaggi vocali di minuti e minuti sono una mancanza di educazione assoluta.
      Le app di messaggistica dovrebbero limitare a poche decine di secondi la durata dei messaggi vocali e impedire il bombing degli stessi per non superare il limite di tempo.

      • Marco

        Io trovo più invadenti le telefonate.

        • carlo

          Telefonate e un messaggii vocali sono due cose profondamente diverse, isecondi specialmente quando sono troppo lunghi sono monologhi spesso senza struttura paragonabili a assalti verbali.
          i messaggi vocali dovrebbero essere sempre e comunque sotto i 20 secondi, usati solo quando non se ne può fare a meno e mai reiterati quando si riceve risposta in forma di messaggio testuale.
          L’educazione passa anche da queste semplicissime regole.

  • Telegram lo fa da un sacco di tempo.

  • pietro smusi

    Ma non fanno prima a copiare interamente l’app di telegram e chiamarla Whatsapp?
    AHAHAHAH