Apple contro le app che offrono acquisti e abbonamenti “troppo alti”

Vito Laminafra

Le linee guida di App Store sono le regole che ogni sviluppatore deve seguire per evitare che la sua app sia rimossa dallo store. Recentemente Apple ha iniziato a far rispettare una regola riguardante la sicurezza (e il portafoglio) degli utenti.

LEGGI ANCHE: Per l’iPhone pieghevole ci vorrà molto tempo

Apple infatti si riserva il diritto di eliminare da App Store qualsiasi applicazione che punti a “truffare” l’utente, offrendo abbonamenti o acquisti in app troppo costosi rispetto ai servizi offerti. Questa regola è presente da molto tempo, ma solo nell’ultimo periodo l’azienda ha iniziato a farla rispettare davvero, inviando una mail agli sviluppatori interessati.

Nella mail appena citata, Apple informa che per far si che l’app sia nuovamente accettata su App Store, è necessario rivedere quelli che sono i prezzi dei vari servizi. Non è chiaro in base a quali parametri l’azienda scelga il giusto prezzo di un servizio, ed infatti alcuni sviluppatori sono riusciti a far annullare questa scelta di Apple spiegando al supporto le motivazioni di certi prezzi.

Via: 9to5Mac