Con iOS 14.5 Apple non vuole condividere nessun dato di navigazione da browser con Google

Con iOS 14.5 Apple non vuole condividere nessun dato di navigazione da browser con Google
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Apple, con il suo iOS 14, ha portato tantissime novità per quanto riguarda la privacy degli utenti, spesso e volentieri facendo "arrabbiare" grandi colossi tecnologici. Con l'ultima beta del sistema operativo, l'azienda di Cupertino continua proprio con questa strada.

Safari per iOS e iPadOS include già una funzione che permette di avvisare l'utente qualora il sito web che sta visitando non sia sicuro e possa presentare un pericolo per dati personali.

Questa feature si "appoggia" all'enorme database di Google "Safe Browsing", che contiene una lista praticamente infinita e sempre aggiornata di pagine dannose.

Ogni qual volta che visitiamo una pagina web, Safari controlla se l'URL è presente nella lista fornita da Google che, nonostante non salvi le informazioni riguardanti gli indirizzi web, potrebbe salvare dati del dispositivo, come ad esempio l'indirizzo IP. Per questo motivo, Apple ha deciso di attivare un proxy: un server dell'azienda si frappone tra il nostro dispositivo e i server di Google: in questo modo BigG non potrà avere nessuna informazione.

Questa dinamica è stata scoperta da un utente su Reddit e sembrerebbe già attiva per tutti i dispositivi che eseguono iOS 14.5, attualmente in beta e che dovrebbe essere rilasciato al pubblico in versione stabile nelle prossime settimane.

Via: MacRumors

Commenta