Svolta storica dell’Agcom: i servizi premium in abbonamento saranno bloccati per tutti

Nicola Ligas Salvo diversa volontà dell'utente, che ha sempre l'ultima parola.

Con una misura a suo modo storica, Agcom blocca i servizi premium sulle SIM di default, in assenza di un esplicito consenso da parte dell’utente. Specifichiamo che questo blocco coinvolge sia i servizi forniti via SMS/MMS che quelli tramite rete mobile, quindi è davvero onnicomprensiva.

Unica eccezione: una vasta serie di servizi SMS che permettono di effettuare donazioni solidali, accedere a servizi bancari, postali, di mobile ticketing e di televoto.

Il blocco sulle SIM può essere rimosso solo tramite una “previa ed espressa manifestazione di volontà dell’utente“, con tanto di consenso documentabile. Per attivare un servizio premium in abbonamento deve infatti essere inserito il numero di cellulare seguito da una OTP (password temporanea) di almeno 5 cifre.

Gli operatori dovranno inoltre allestire delle apposite pagine web sui propri siti, per informare la clientela dei servizi soggetti a questo blocco e di quelli esclusi, ed anche delle modalità per continuare ad usufruire di eventuali servizi premium già attivi sulle SIM.

I servizi premium vengono infatti bloccati di default sulle nuove SIM, mentre per tutte le altre il blocco sarà attivo soltanto se, dopo aver ricevuto un apposito SMS informativo, l’utente non abbia comunicato all’operatore una diversa volontà entro 30 giorni dalla ricezione dell’SMS stesso; in caso di silenzio assenso, il blocco dei servizi premium verrà attivato automaticamente.

 

Fonte: Agcom
  • .Dave.85.

    E ci voleva tanto? Dopo aver prosciugato il credito telefonico a milioni di utenti finalmente si sono decisi a farli fuori…

  • galletto73

    era ora