Galaxy Buds Pro passano da iFixit: passo indietro per quanto riguarda la riparabilità (video)

Vito Laminafra

Oltre che per i suoi smartphone, Samsung ultimamente si sta facendo conoscere anche per le sue cuffie true wireless. Le ultime presentate, Galaxy Buds Pro, montano ben due driver, un woofer da 11 mm e un tweeter da 6,5 mm, e offrono anche la cancellazione del rumore.

I ragazzi di iFixit, come di consueto, hanno smontato del tutto gli auricolari per vedere come sono stati organizzati i componenti interni e sopratutto per capire quanto sono riparabili da un utente comune. Per aprire la scocca delle cuffie è innanzitutto necessario applicare una discreta forza sulle plastiche del dispositivo e poi inserire uno strumento sottile come un plettro all’interno del “solco” che si verrà a creare tra di esse. Il rischio di rompere è alto, ma non è neanche troppo difficile accedere all’interno.

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung Galaxy Buds Pro

Una volta rimossa l’unica vite presente sulla scheda, arriva la prima delusione: la batteria è saldata ad un chip ed è necessario quindi munirsi di un saldatore per riuscire a rimuoverla, non proprio un’azione che tutti sono capaci di compiere. Ma non finisce qui, infatti la batteria da 0,22 Wh non è in un formato standard, per cui potrebbe essere davvero complicato trovare un ricambio sul mercato. Nessun problema invece per quanto il case delle Buds Pro: una volta tolta la parte superiore, basta solo rimuovere qualche vite per accedere alle componenti interne.

Il punteggio di riparabilità assegnato a questo prodotto è di 3 su 10, non di certo altissimo se confrontato alla precedente generazione, ma comunque leggermente superiore alla concorrenza. Vi lasciamo al breve video che mostra tutti i passaggi per il teardown.