iliad raggiunge quota 6.000 impianti di proprietà in Italia, ma il Molise dovrà aspettare ancora

Filippo Morgante

Per tutti è giunto il momento di fare i conti di fine anno, e iliad non fa eccezione. L’operatore mobile (e a breve anche fisso) presente sul territorio italiano dal 2018 ha raggiunto risultati davvero importanti nell’anno che si sta concludendo. Sono infatti oltre 6.000 gli impianti di proprietà di iliad già attivi in tutta Italia, di cui circa 4.000 attivati solamente negli ultimi 12 mesi.

Alla fine del 2019 gli impianti che componevano la rete erano a malapena 2.000, segno della grande crescita dell’operatore in questo 2020. Anche le più rosee aspettative che prevedevano di arrivare a quota 5.000 (complice il rallentamento causa pandemia) sono state superate.

LEGGI ANCHE: È tutto pronto per Galaxy S21

Si tratta di impianti che sono principalmente 4G, ma non mancano quelli di nuova generazione 5G presenti in alcune città. In questi luoghi è possibile accedere alla rete 5G esclusivamente con l’unica offerta disponibile Flash 70 e solamente con gli smartphone 5G certificati da iliad.

La rete proprietaria di iliad continua quindi la sua inarrestabile espansione, ma l’unica regione priva di impianti attivi rimane il Molise. La copertura è attualmente garantita da WINDTRE, ma le cose cambieranno nel corso del 2021, quando le autorizzazioni per i nuovi impianti iliad in provincia di Isernia e Campobasso si trasformeranno in realtà.

 

Via: universofree
  • Massimo Disarò

    Ma il Molise non esiste, cit.