Huawei Mate 40 Pro e Xiaomi Mi 10 Ultra si spartiscono il regno dei camera-phone 2020

DxOMark premia i migliori smartphone del 2020 per fotocamera e comparto audio.
Huawei Mate 40 Pro e Xiaomi Mi 10 Ultra si spartiscono il regno dei camera-phone 2020
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

DxOMark è una delle voci autorevoli che ci ha accompagnato lungo questo 2020 tecnologico, soprattutto nell'ambito del test dei comparti fotografici e audio degli smartphone.

Come di consueto a fine anno, DxOMark ha stilato la carrellata di smartphone che si sono rivelati migliori nelle varie categorie di test contemplate dal team francese. Andiamo a vedere insieme chi è stato premiato:

  • Miglior smartphone nella categoria Photo: Huawei Mate 40 Pro+
  • Miglior smartphone nella categoria Video: Huawei Mate 40 Pro
  • Miglior smartphone nella categoria Night: Huawei Mate 40 Pro+
  • Miglior smartphone nella categoria Bokeh: Huawei Mate 40 Pro e Samsung Galaxy S20 Ultra 5G
  • Miglior smartphone nella categoria Tele: Xiaomi Mi 10 Ultra
  • Miglior smartphone nella categoria Wide: Xiaomi Mi 10 Ultra

DxOMark ha anche premiato i migliori smartphone nell'ambito del comparto fotografico anteriore:

  • Miglior smartphone nella categoria Selfie Photo: Huawei Mate 40 Pro
  • Miglior smartphone nella categoria Selfie Video: Huawei Mate 40 Pro e ASUS Zenfone 7 Pro

Infine, chiudiamo con i migliori smartphone che si sono distinti nell'ambito del comparto audio:

  • Miglior smartphone per ascoltare musica e podcast: Xiaomi Mi 10 Pro
  • Miglior smartphone per vedere serie TV e film: OPPO Find X2 Pro
  • Miglior smartphone per il gaming audio: ASUS ROG Phone 3
  • Miglior smartphone per registrazione audio: Honor V30 Pro
  • Miglior smartphone per registrazione video frontale: Apple iPhone 12
  • Miglior smartphone per registrazione audio durante concerti live: Apple iPhone SE (2020)
  • Miglior smartphone per registrare note: Huawei P40 Pro

Per maggiori dettagli sui dispositivi premiati e sui test effettuati da DxOMark nel corso dell'anno vi suggeriamo di consultare i post pubblicati sul suo sito ufficiale.

Fonte: DxOMark

Commenta