Apple AirPods Max ufficiali: le cuffie a padiglione che costano quasi quanto un iPhone (foto)

Lorenzo Delli -

L’annuncio era nell’aria e alla fine è davvero arrivato: ecco gli Apple AirPods Max, presentati da Cupertino con lo slogan “la magia degli AirPods in un fantastico design over-ear”. Si tratta di cuffie wireless a padiglione, over-ear appunto, che garantiscono sulla carta audio ad altissima fedelta.

Gli AirPods Max, a detta di Apple, combinano un design acustico su misura, chip H1 e software evoluto per alimentare l’audio computazionale. Quest’ultimo offre un’esperienza di ascolto “rivoluzionaria” grazie ad una combinazione di equalizzatore adattativo, cancellazione attiva del rumore, modalità Trasparenza e audio spaziale.

LEGGI ANCHE: Apple pensa a tutti: ecco la nuova pagina per l’Accessibilità

Tante funzionalità a bordo delle nuove cuffie a padiglione, tutte descritte nel dettaglio da Apple. Scopriamole insieme:

  • Equalizzatore adattativo: gli AirPods Max utilizzano un equalizzatore adattativo per regolare il suono in base all’indossabilità e alla tenuta dei cuscinetti auricolari misurando il segnale audio inviato all’utente e regolando le frequenze medio-basse in tempo reale.
  • Cancellazione attiva del rumore: gli AirPods Max offrono un sound immersivo grazie alla cancellazione attiva del rumore. Ogni cuscinetto auricolare è dotato di tre microfoni rivolti verso l’esterno per rilevare i rumori ambientali, mentre un microfono all’interno del cuscinetto monitora il suono che arriva all’orecchio dell’utente. Grazie all’audio computazionale, la cancellazione del rumore si adatta costantemente all’indossabilità e ai movimenti in tempo reale.
  • Modalità Trasparenza: si può passare alla modalità Trasparenza per ascoltare simultaneamente la musica e i rumori dell’ambiente circostante, così che tutto, inclusa la voce stessa dell’utente, abbia un suono naturale. Per passare dalla cancellazione attiva del rumore alla modalità Trasparenza è sufficiente premere una volta il tasto del controllo del rumore.
  • Audio spaziale: gli AirPods Max utilizzano l’audio spaziale con monitoraggio dinamico della testa per collocare i suoni praticamente in qualsiasi punto dello spazio, così da offrire un’esperienza immersiva, da cinema, per contenuti registrati in 5.1, 7.1 e Dolby Atmos. Grazie al giroscopio e all’accelerometro degli AirPods Max e dell’iPhone o dell’iPad, l’audio spaziale monitora i movimenti della testa e del dispositivo, mette i dati a confronto, quindi rimappa il campo sonoro così che rimanga sempre ancorato al dispositivo, anche quando l’utente muove la testa.

Da un punto di vista hardware, AirPods Max nascondono al loro interno un driver dinamico da 40 mm progettato direttamente da Apple, in grado di garantire bassi ricchi e profondi, frequenze medie accurate e alte frequenze nitide. All’interno c’è anche un un esclusivo motore con doppio magnete ad anello in neodimio per mantenere una distorsione armonica totale inferiore all’1% nell’intera gamma udibile. Come già accennato poi, ci sono accelerometro e giroscopio per l’audio spaziale adattivo, il chip H1 per l’audio computazionale e vari microfoni per la cancellazione del rumore e la modalità Trasparenza.

Da un punto di vista costruttivo invece, abbiamo una parte superiore rivestite in maglia traspirante che si sviluppa lungo tutto l’archetto, studiata appositamente per distribuire il peso e di conseguenza cercare di ridurre la pressione sulla testa. La cornice dell’archetto è invece in acciaio inossidabile. I cuscinetti auricolari sono fissati all’archetto con un meccanismo studiato nel dettaglio da Apple, che permette di bilanciare e distribuire la pressione delle cuffie sulle orecchie adattandosi allo stesso tempo alla conformazione dell’utilizzatore. C’è anche una Digital Crown, ispirata a quella dell’Apple Watch (immagine sottostante) che offre controllo del volume e tutti gli altri controlli multimediali del caso. Si può ovviamente anche attivare Siri tramite la pressione del pulsante.

Lato autonomia Apple promette fino a 20 ore di audio ad alta fedeltà, conversazione o riproduzione di film, il tutto con cancellazione attiva del rumore e audio spaziale abilitati. Gli AirPods Max sono dotati di una custodia Smart Case morbida e sottile che li mantiene in modalità a bassissimo consumo per contribuire a preservare la carica della batteria quando non sono utilizzati. Per chi usa sia iPhone che Mac c’è anche lo switch automatico tra le fonti, in modo ad esempio da poter rispondere al telefono velocemente.

 

Uscita e prezzo

Gli AirPods Max sono disponibili in cinque colori: grigio siderale, argento, celeste, verde e rosa; possono essere ordinati già da oggi direttamente sull’Apple Store e saranno disponibili a partire da martedì 15 dicembre. Il prezzo è a dir poco importante: 629€. È possibile aggiungere un’incisione gratuita. Nella confezione di vendita sono inclusi la Smart Case e un cavo da Lightning a USB-C. Nel caso vogliate un cavo audio da Lightning a jack cuffie da 3,5 mm è possibile acquistarlo a parte a 39€ qui.

Foto Apple AirPods Max

  • Mariux Revolutions

    629 €.
    Posso dire “Vafangul’ à mam’t'”?

    • Alvar Mayor

      Puoi non prenderle, che ha lo stesso significato!

      • Mariux Revolutions

        Avrei voluto dire “A ‘sto punto mi prendo le WH-1000XM4 di Sony che costano la metà e ho la certezza di avere un prodotto come Cristo comanda”, ma era troppo lunga come spiegazione e mi scocciavo

        P.S. Ho un iPhone XS Max e ho avuto le AirPods 2, ma qua si esagera

  • Luca Viggiani

    No, siamo alla follia! 629€ per un paio di cuffie sono ingiustificabili. Puoi metterci dentro tutta la tecnologia e le features che vuoi ma resta immorale proporre un paio di cuffie a questo prezzo. Siamo ai livelli delle primissime app sullo store… Ricordo I am rich che serviva solo a dimostrare che avevi 1000€ da buttare.

    • Davide Nobili

      Non sono immorali se sono pensate per un target specifico, ad esempio professionisti.
      Diverso il discorso se sono pensate per la massa, e dal design sembra più una cuffia per la massa che altro, ma magari mi sbaglio.
      Voglio proprio vedere se tra poco diventerà normale spendere 600€ per un paio di cuffie, io mi facevo problemi a spenderne poco più della metà circa un anno fa.

      • TristanTarrant

        Un professionista ? Sicuramente non usa cuffie wireless

        • Davide Nobili

          Infatti ho scritto “ad esempio”
          Ci sono cuffie da migliaia di euro, il concetto è quello.

  • Gianluca Marchese

    ma daiiiiii ahahhaahhaa!!!!
    follia pura
    non li vale l’iphone figuriamoci le cuffie

  • Nessunoalex

    Questa è bella! 629 eur per le cuffie non sono facili da giustificare. Sono curioso, voglio vedere:
    1. cosa ne diranno gli audiofili provandole
    2. quante ne venderanno in un anno

  • Massimo Disarò

    Una grondaia coi padiglioni, ma daiiii per favore.

  • the:One

    k apple. Now pls stahp.