Ecco come un hacker potrebbe assumere il controllo del vostro iPhone a distanza (video)

La serie vulnerabilità è stata già risolta da Apple.
Ecco come un hacker potrebbe assumere il controllo del vostro iPhone a distanza (video)
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Il mondo Apple, e così come quello iPhone, sono sempre stati caratterizzati da un'aura di sicurezza dal punto di vista software, e per questo fa ancora più notizia quello che ha scoperto un ricercatore che fa parte del team Google Project Zero.

Sfruttando a pieno la vulnerabilità si ottiene quello che potete vedere nel video in fondo a questo articolo: il ricercatore, un certo Ian Beer, è riuscito a prendere il controllo degli iPhone senza nemmeno toccarli, disponendo di un PC e di una rete Wi-Fi.

L'impressionante risultato è stato raggiunto dopo un lungo lavoro di Beer, con lo scopo di dimostrare la vulnerabilità ad Apple, riavviando i dispositivi e prendendo il controllo del sistema, in modo anche da poter gestire i file personali, email e messaggi.

Come è riuscito Ian Beer a fare tutto ciò? Il ricercatore ha spiegato di aver sfruttato il protocollo proprietario denominato Apple Wireless Direct Link (AWDL), quello con il quale è possibile instaurare connessioni per AirDrop e usare la funzionalità Sidecar su iPad.

Beer è quindi riuscito a trovare il modo di forzare l'attivazione di AWDL, anche quando sul dispositivo tale protocollo era spento.

Apple ha ufficialmente commentato la vicenda, citando persino Beer nelle patch di maggio 2020, che tra le altre cose hanno risolto la vulnerabilità sfruttata dal ricercatore. Dunque, i dispositivi iOS aggiornati almeno con le patch di maggio 2020 non sono più vulnerabili al controllo remoto mostrato da Beer.

Il ricercatore informatico ha spiegato nel dettaglio come è riuscito a sfruttare la vulnerabilità sui device iOS, a questo indirizzo troverete tutti i dettagli tecnici.

Commenta