iPhone danneggiato dai liquidi? Ora (forse) potete chiedere il rimborso

Nicola Ligas L'Antitrust sanziona Apple per 10 milioni di euro per pubblicità ingannevole

Apple è stata multata dall’Antitrust con una sanzione di 10 milioni di euro per pubblicità ingannevole, in merito alla resistenza all’acqua di alcuni modelli di iPhone. I danni derivanti dall’acqua non vengono infatti coperti da garanzia, nonostante gli smartphone vengano reclamizzati come resistenti alla stessa.

Secondo l’Autorità non era infatti chiaro che detta resistenza vale solo in determinate condizioni (i test di laboratorio sono condotti con acqua statica e pura, e non certo al mare). C’è da dire che anche per i produttori Android i danni da liquidi non sarebbero coperti (anche se spesso vengono fatti passare comunque), ma nel caso di Apple, se il sensore rileva la presenza di acqua o umido, decade proprio la garanzia a prescindere.

Questo significa anche che ora tutti i possessori di iPhone 8, iPhone 8 Plus, iPhone XR, iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 pro Max, che siano stati danneggiati a causa di un contatto con l’acqua potranno chiedere un risarcimento danni ad Apple. Il Codacons si è già attivato in merito, con un numero dedicato (a pagamento) 89349966 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 14:30 alle 17.

Fonte: ANSA