iPhone 12 Pro Max: come scatta le foto in mano ad un fotografo

iPhone 12 Pro Max: come scatta le foto in mano ad un fotografo
Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Riparte dopo un periodo di pausa la rubrica del test delle fotocamere degli smartphone da parte del nostro fotografo professionista. Alessandro Michelazzi è il fotografo in questione e lo smartphone che è stato testato in questo caso è iPhone 12 Pro Max, che magari sulla carta potrebbe non sembrare chissà quale avanzamento, ma che ha sicuramente stuzzicato molto la curiosità dei fotografi, includendo una nuova fotocamera tele con rapporto 65mm, una nuova stabilizzazione sul sensore principale, il sensore LiDAR e a breve anche lo scatto in formato raw a 12 bit nativo all'interno di iOS.

Il fotografo ha valutato vari aspetti di questa fotocamera e si è anche focalizzato molto sull'aspetto della ritrattistica, che troverete più avanti nell'articolo. Vi lasciamo il link al suo articolo per maggiori dettagli (in inglese) ma vi riportiamo alcuni dei suoi spunti più interessanti per ogni categoria.

Fotografia "nel mondo reale"

Il fotografo ha apprezzato il nuovo sensore più grande che permette di catturare più luce la sera e la notte, anche se questa differenza in termini di dimensione non è sufficiente per garantire un maggiore effetto bokeh naturale negli scatti.

A breve il fotografo tornerà a parlare di fotografia da iPhone 12 Pro Max non appena iOS 14.3 il suo pro RAW saranno disponibili per tutti, permettendo di lavorare su file RAW generati direttamente dal sensore e anche arricchiti da Apple con informazioni circa la riduzione del rumore o la somma delle esposizioni.

65mm ritratto

Queste sono le foto fatte con il nuovo sensore zoom 2.5x sfruttando la modalità ritratto nativa di iPhone 12 Pro Max, che include come sempre la possibilità di scegliere prima e dopo lo scatto il diaframma (ovviamente simulato) e di applicare degli effetti di illuminazione al soggetto (anche questi, sia prima che dopo lo scatto). Il fotografo fa anche notare come la tonalità della pelle sia decisamente più accurata rispetto al passato.

65mm

In questa selezione viene invece mostrato lo scatto sempre con la nuova lente da 65mm ma in modalità "classica", quindi senza il bokeh artificiale. In questo caso la sfocatura dello sfondo è appena percettibile. Solo un sensore più grande e con una maggiore apertura potrà rendere questi scatti più simili in profondità ad una fotocamera professionale.

26mm

E infine ecco anche alcuni scatti dal sensore principale, con la rinnovata apertura ƒ/1.6 e la stabilizzazione sul sensore anziché sulla lente.

Dettaglio

Un fattore che il fotografo ha voluto mettere in risalto è il dettaglio reso possibile da deep fusion (che ricordiamo ora è sempre attivo) e che gli ha ricordato in qualche modo quello di uno scatto con una DSLR o una mirrorless.

Apple iPhone 12 Pro Max

Apple iPhone 12 Pro Max

  • Display 6,7" 1284 x 2778 PX
  • Fotocamera 12 MPX ƒ/1.6
  • Frontale 12 MPX ƒ/2.2
  • CPU esa 3.1 GHz
  • RAM 6 GB
  • Memoria Interna 128 / 256 / 512 GB Espandibile
  • Batteria 3687 mAh
  • iOS

Commenta