AirTag, AirPods Studio e foto in RAW: tutto svelato da iOS 14.3

Giuseppe Tripodi -

Nelle ultime ore Apple ha rilasciato e subito dopo ritirato la prima beta per sviluppatori di iOS 14.3: questa versione di test del sistema operativo è rimasta online solo per poche ore, ma questo non ha impedito di scoprire un gran numero di informazioni interessanti circa i futuri prodotti di Apple.

Vediamo quindi con ordine le ghiotte novità rivelate da iOS 14.3

AirTag e accessori di terze parti

Su iOS 14.3 c’è una nuova sezione nascosta in Dov’è,con nome in codice Hawkeye: proprio da questa sezione, sarà possibile trovare i propri AirTag, così come gli altri accessori di terze parti che verranno supportati, come ad esempio Tile.

Il funzionamento di Dov’è sarà analogo a come funziona attualmente per iPhone e iPad di ultima generazione, con la possibilità di ritrovare l’oggetto anche offline grazie al Bluetooth e di far emettere un suono.

AirTag sarà collegato al proprio Apple ID e, di conseguenza, non potrà essere utilizzato da altri in caso di ritrovamento.

Nell’app Dov’è ci sarà un tutorial che spiega come associare gli AirTag per poi posizionarli in borse, portachiavi o in qualsiasi altro oggetto che non si vuole perdere di vista.

AirPods Studio

Una nuova icona scovata da 9to5Mac conferma il lancio delle AirPods Studio, ossia delle nuove cuffie con cancellazione del rumore di Apple.

In un primo momento si pensava che le AirPods Studio sarebbero state lanciate quest’anno, ma ad oggi sembra decisamente improbabile. Verosimilmente, le vedremo nella prima metà del 2021.

Formato foto ProRAW

Uno dei cambiamenti visibili all’utente che verranno introdotti con iOS 14.3 è il nuovo formato ProRAW per iPhone 12 Pro.

Quando iOS 14.3 sarà disponibile, gli utenti potranno abilitare il salvataggio in formato ProRAW dalle Impostazioni della fotocamera.

I ProRAW sono file 12-bit che utilizzano il formato Linear DNG per conservare più informazioni sulle foto, che possono poi essere editate in maniera professionale. Ogni scatto in ProRAW pesa circa 25 MB.

App di terze parti al primo avvio

Poiché negli ultimi mesi Apple è stata accusata di avere comportamenti anticoncorrenziali (dall’Unione Europea e non solo), sembra che la società di Cupertino abbia intenzione di suggerire app di terze parti durante il primo avvio.

I colleghi di 9to5Mac, infatti, hanno trovato espliciti riferimenti a questa procedura nella beta di iOS 14.3: durante la fase di configurazione iniziale, iOS proporrà all’utente di installare app di terze parti alternative, probabilmente per app come browser o mail.

Secondo quanto riferito, questa procedura non sarà attiva in tutto il mondo, ma solo nei paesi in cui Apple ritiene che sia necessario.

Via: 9to5Mac (1), (2), (3), (4)