Amazfit GTS 2 e GTR 2 ufficiali: stile e tanti sensori a prezzi aggressivi (aggiornato: in Italia)

Giovanni Bortolan -

Anticipato qualche giorno fa, Amazfit ha finalmente svelato i suoi nuovo wearable GTS 2 e GTR 2. Ancora una volta votati alla salute ed all’utilizzo fitness, i dispositivi ha subito un rinnovamento rispetto al modello precedente grazie ad un look rivisto e delle specifiche adattate.

Amazfit GTS 2

Dal punto di vista del design l’Amazfit GTS 2 assume i lineamenti del predecessore, adottando però un display leggermente più rettangolare, nel dettaglio un AMOLED da 1,65″ protetto da un vetro curvato 3D su tutti i lati. Il corpo in metallo risulta più leggero e sottile, visto lo spessore di 9,7mm ed il peso di appena 24,7g. Sul fianco destro è presente il solito pulsante fisico.

L’Amazfit offre un’ampia scelta di watchfaces, molte delle quali in grado di beneficiare della presenza della funzione Always on Display. In termini di funzionalità Amazfit GTS 2 si rifà completamente al GTR 2: è presente il monitoraggio del livello di ossigeno (SpO2) tramite OxygenBeats, il monitoraggio del sonno SomnusCare e quello dell’attività cardiaca. A bordo sono presenti 12 modalità sportive preimpostate, che potrebbero in futuro diventare addirittura 90. Chiudono il corredo delle caratteristiche tecniche l’NFC, il GPS/Glonass, l’assistente vocale XiaoAI e lo speaker integrato per riprodurre i contenuti musicali (archiviabili nei 4 GB di memoria integrata).

Amazfit GTR 2

Disponibile in due varianti (che differiscono principalmente per i materiali), l’Amazfit GTR 2 è caratterizzato da una scocca circolare con due classici pulsanti laterali. All’interno della scocca è incastonato un display AMOLED circolare da 1,39″ in grado di raggiungere i 450 nits di luminosità. Sotto il cofano è presente un sensore ottico PPG con un modulo BioTracker di seconda generazione, che permette un monitoraggio dell’attività cardiaca ancora più efficiente.

Come per il GTS 2, anche il GTR 2 è dotato di sensori per monitorare il sonno e il livello di ossigeno nel sangue. La vera differenza rispetto al fratello GTS riguarda la dotazione speaker, che in questo ne prevede addirittura tre, tutti con amplificazione audio Smart PA.

Disponibilità e prezzi

L’Amazfit GTS 2 è proposto al prezzo di 999 yuan, al cambio circa 125€. É disponibile una sola variante, a scelta tra tre colorazioni differenti. L’Amazfit GTR 2 è invece proposto in due varianti: la prima, quella sportiva con scocca in acciaio inossidabile viene 125€ mentre la seconda, definita classica, presenta una scocca in lega di alluminio ed un cinturino in pelle, il tutto a circa 137€. Non sono ancora noti i dettagli in merito alla commercializzazione in Europa.

Aggiornamento27/10/2020

Come previsto, quest’oggi Amazfit ha svelato prezzi e disponibilità dei suoi ultimi smartwatch anche per il mercato italiano.

Fonte: Gizchina (1), Gizchina (2)
  • Mattia

    la versione con la scocca in acciao inossidabile è quella classica, con il cinturino in pelle.
    la versione sportiva ha la scocca in lega di alluminio e cinturino in silicone

  • oviian

    Speriamo che lascia NFC per Europa

    • T. P.

      la vedo quasi impossibile ma la speranza è sempre l’ultima a morire! 🙂

    • Matteo Calori

      a livello di pagamenti è inutilizzabile al momento, in quanto amazfit/xiomi non ha da noi ancora un sistema di pagamento elettronico (e di certo ovviamente non puoi usare altri sistemi come GPay o altri). Molto probabile, se non rimasso, che sia proprio disabilitato nfc da noi….

  • Ingorante

    450 nit sono pochi, caspita. Ma cosa costava fare un bel display? Faranno lo stesso errore compiuto sullo Stratos 3: sportwatch PERFETTO ma display orribile

    • Matteo Calori

      non è paragonabile il display dello stratos 3, in quanto ha una tecnologia differente….è tranriflettivo, col pro di una autonomia decisamente maggiore e ottima leggibilità al sole, ma di contro con risoluzioni più basse

      • Ingorante

        Verissimo, ma probabilmente mi sono espresso male.

        Non intendevo paragonarlo al display dello Stratos 3, bensì sostenevo che rischiano di commettere un errore simile.

        Il display ( transflettivo 😉 !) dello Stratos è perfetto per quello che deve fare (ovvero vedersi BENISSIMO sotto la luce del sole), ma il problema (a mio avviso uno dei pochissimi di questo orologio) è che con poca luce è veramente brutto.
        Con la retroilluminazione sembra un casio degli anni 80.

        Spero che dotino lo Stratos 4 di un amoled da 900/1000 nit (tipo Magic Watch 2) o con il doppio display stile Ticwatch Pro.

        Nel caso di cui sopra, intendevo che se GTR2/GTS2 avranno un display amoled da 450 nit, Amazfit commetterà un errore simile a quanto fatto con lo Stratos: bell’orologio ma brutto display. Perché con quei nit sotto il sole si vedrà ben poco.

        Honor Magic Watch 2 invece ha un display fantastico, bellissimo con tutte le condizioni di luce, anche quando lo si utilizza per fare sport sotto il sole. Peccato che -escludendo display e design- sia uno smartwatch decisamente deludente.

  • Matteo Calori

    Una cosa che non sono riuscito ad avere conferma certa…..si può rispondere alle notifiche con messaggi testuali?? (preimpostati e/o personalizzati)

    • Boris Matiescu

      No