iPhone 12 Mini è qui: piccolo ed “economico”, ma che potenza!

Giuseppe Tripodi -

Apple ha appena annunciato iPhone 12 Mini, nuovo smartphone della mela dalle dimensioni compatte: è il primo iPhone full screen ad avere un display da 5,4″, che lo rende più piccolo e maneggevole rispetto agli altri. Inoltre, è il più piccolo smartphone 5G al mondo.

Dimensioni a parte, il design è identico a quello di iPhone 12, a sua volta palesemente ispirato al vecchio e bellissimo iPhone 4, con cornici in metallo e angoli vivi. Inoltre, anche su iPhone 12 Mini troviamo il Ceramic Shield, nuovo vetro realizzato in collaborazione con Corning fino a 4 volte più resistente.

Ma le dimensioni contenute (e il prezzo più basso) non lo rendono meno potente: al suo interno, infatti, troviamo esattamente lo stesso hardware del fratello maggiore, iPhone 12. troviamo il nuovissimo processore Apple A14 Bionic, il primo del mercato realizzato con processo costruttivo 5 nm.

Secondo Apple, il chip A14 Bionic garantisce fino al 50% di performance in più rispetto a qualsiasi altro smartphone sul mercato.

Il pannello è un Super Retina XDR, OLED da 5,4″ con risoluzione 2340 × 1080 pixel, luminosità fino a 1.200 nits, supporto ad HDR e Dolby Vision.

Ma soprattutto, come tutta la famiglia, anche questo iPhone 12 Mini è dotato di connettività 5G: la connessione alle reti di ultima generazione è finalmente disponibile anche sugli smartphone della mela.

Apple ha parlato di velocità in download fino a 4 Gbps e in upload fino a 200 Mbps; inoltre, i nuovi iPhone 12, sono dotati della modalità Smart Data: si tratta di una funzione che ottimizza l’autonomia attivando le reti 5G solo quando necessario, ad esempio in caso di download particolarmente pesanti.

Purtroppo, sembra che, almeno in un primo momento, il supporto ai mmWave sarà solo sulle reti americane.

Durante la presentazione degli iPhone 12, come sempre Apple ha puntato moltissimo sul comparto fotografico: su iPhone 12 Mini troviamo la stessa dotazione del 12 base, ossia doppia fotocamera con:

  • Grandangolo: apertura f/1.6, lente 7p, lunghezza focale 26 mm, stabilizzazione ottica dell’immagine
  • Ultra grandangolo: apertura f/2.4, lente 5p, lunghezza focale 13 mm, campo visivo di 120°

Ovviamente, troviamo tantissime ottimizzazioni software: parliamo, ad esempio, della nuova Smart HDR3, che migliora automaticamente il contrasto delle immagini e funziona su tutte le fotocamere (anche la TrueDeepth frontale).

Anche la modalità Notte funziona ora su tutti i sensori (wide, ultra wide e frontale) e tutte le fotocamere supportano anche gli scatti Deep Fusion, che lo scorso anno erano riservati ai modelli Pro: si tratta di foto particolarmente ricche di dettagli, ottenute unendo più scatti in un’unica immagine, grazie ad elaborazione tramite intelligenza artificiale.

Infine, anche iPhone 12 Mini registra video 4K HDR con Dolby Vision, che sono elaborati live durante la registrazione e possono anche essere modificati in locale da iMovie, mantenendo la qualità Dolby Vision.

MagSafe

Come tutto il resto della famiglia, anche iPhone 12 Mini è dotato di MagSafe, nuovo connettore magnetico sul retro che si aggancia al connettore per la ricarica.

 

Uscita e prezzo

iPhone 12 Mini sarà disponibile per il pre-ordine dal 6 novembre e disponibilità nei negozi dal 13 novembre nelle colorazioni nero, bianco, rosso (PRODUCT)RED, blu e verde.

I costi sono i seguenti:

  • iPhone 12 Mini 64 GB: 839€
  • iPhone 12 Mini 128 GB – 889€
  • iPhone 12 Mini 256 GB – 1.009€
  • Fabio De Bari

    Bellissimo! Ecco il naturale sostituto per il mio storico iPhone 5S (che temo dall’anno prossimo non possa più usare whatsapp)

  • Giovanni aka Maiti Gion

    Anche in questo caso, discorso prezzi a parte, dispositivo molto bello.
    Diciamo che se me lo dessero come aziendale un pensierino ce lo farei ……

    • blackmonger

      io da utente android da sempre ci sto facendo un pensierino, sono proprio curioso di vedere le prime recensioni e vedere come si tiene in mano

      • _PorcoDi3Lettere_

        sono passato ad ios con l’acquisto di un iphone 11 il mese scorso, per la prima volta dopo 10 anni di android. Due parole: concretezza e serietà.