Un brevetto di Apple rivela il suo progetto di creare un iPhone pieghevole con un display auto-riparante

Federica Papagni

Ultimamente è stato individuato un brevetto architettato da Apple che ha come soggetto uno smartphone pieghevole che includerebbe una copertura del display “auto-rigenerante“, capace di consentire al dispositivo di riparare ammaccature o graffi che coprono lo schermo. La domanda, individuata da Patently Apple, è stata originariamente presentata dalla società a gennaio.

Come lì riportato, il display proposto consentirebbe al dispositivo di ripararsi da solo senza che l’utente debba intervenire manualmente. In teoria, l’auto-riparazione del dispositivo pieghevole potrebbe attivarsi automaticamente, ad esempio quando il dispositivo è in carica, e utilizzerebbe calore, luce o corrente elettrica per ripristinare uno strato protettivo sopra lo schermo. Viene inoltre riportato che la copertura dello schermo potrebbe includere uno strato di elastomero in grado di perdere e riacquistare la sua forma, al fine di mantenere protetti i sensibili meccanismi interni di un dispositivo. In questo modo e in linea ipotetica, tale materiale renderebbe la copertura complessiva del display pieghevole più durevole.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sull’Amazon Prime Day 2020 in Italia

Il concetto di tecnologia auto-riparante è stato avvistato già nel 2013, quando LG ha lanciato il suo G Flex. Questo dispositivo era dotato di una scocca posteriore capace di auto-riparare piccole imperfezioni, come i graffi. Però, l’efficienza era lontana dall’essere soddisfacente.

Non sono offerte da nessuna parte indicazioni circa il momento in cui l’azienda di Cupertino lancerà un dispositivo di questo genere. Una cosa però è certa: nonostante il mercato degli smartphone pieghevoli si stia pian piano arricchendo, l’idea di Apple è unica e potrebbe costituire un elemento di distinzione rispetto a quelli dei suoi rivali.

Via: The Verge