Microsoft vuole portare un assistente vocale in Outlook

Giuseppe Tripodi

Microsoft ha abbandonato l’idea di portare Cortana su Android e iOS, ma questo non vuol dire che l’azienda abbia rinunciato agli assistenti vocali.

Come annunciato da Microsoft stessa, le interazioni vocali sono in arrivo su Outlook: tramite la voce, potremo dare semplici comandi all’applicazione, come la possibilità di inviare un messaggio, programmare un evento o collegarsi con i colleghi.

Inoltre, nelle prossime settimane arriveranno anche nuove funzioni: le risposte consigliate suggeriranno date per i meeting basate sul calendario di Outlook, negli eventi del calendario vedremo anche le previsione atmosferiche e, tra qualche mese, arriveranno anche le reazioni con emoji (in stile Facebook, per intendersi).

 

In ogni caso, sia per i comandi vocali che per le risposte consigliate, molto probabilmente le novità arriveranno prima in lingua inglese.