Xiaomi ha spedito oltre 13 milioni di Mi Band nel mondo, nella prima metà dell’anno!

Edoardo Carlo Ceretti

A margine dell’evento di presentazione cinese, in cui ha svelato i nuovi Amazfit GTS 2 e GTR 2, Huami – una delle colonne portanti del vasto ecosistema che fa capo a Xiaomi – ha snocciolato alcuni dati decisamente interessanti sul mercato wearable. In particolare, sul segmento delle smartband.

Huami infatti è l’azienda responsabile non soltanto dei prodotti a marchio Amazfit, ma anche dell’intera serie Mi Band di Xiaomi, riconosciuta e apprezzata a livello mondiale. Sebbene questa annata si sia rivelata a dir poco particolare per l’intera umanità, la serie Xiaomi Mi Band se la sta passando comunque alla grande, in Cina e nel mondo.

LEGGI ANCHE: Recensione Amazfit GTR

Per quanto riguarda le unità spedite nella prima metà dell’anno, le Mi Band si trovano al primo posto non soltanto in patria (circa 5,5 milioni di unità), ma anche nel mercato globale, forti di ben 13,4 milioni di unità. Questi dati sono senz’altro trainati dalla nuova Mi Band 5, che ha raccolto consensi da pubblico e critica, ma anche dai modelli precedenti, che continuano a vendere bene, grazie al loro prezzo estremamente contenuto.

Nota finale sui prodotti Amazfit, appartenenti al ben più costoso segmento degli smartwatch: il marchio ha raggiunto le 1,74 milioni di unità spedite nel mondo in questa prima metà di 2020, facendo registrare una crescita del 48% rispetto all’anno scorso e piazzandosi al quinto posto globale.

Via: Gizmochina.com