5G e gaming mobile avanzano con Qualcomm: ecco Snapdragon 750G

Giuseppe Tripodi

Qualcomm ha svelato un nuovo SoC di fascia medio-alta che, ovviamente, è dotato di connettività 5G. Parliamo di Snapdragon 750G e diciamo ovviamente perché Qualcomm è certamente l’azienda che sta spingendo di più per la diffusione delle reti di nuova generazione nel mercato mobile.

Di recente la società americana ha annunciato che il modem 5G arriverà anche sulla serie 4 di Snapdragon, chip di fascia (molto) più bassa rispetto alla serie 7 di cui parliamo oggi: l’obiettivo, insomma, è avere reti di nuova generazione ovunque, e presto.

Durante la presentazione Fabio Iaione, country manager per l’Italia, ha snocciolato un po’ di numeri in proposito: le previsioni dicono che nel 2022 verranno venduti 750 milioni di smartphone 5G; nel 2023 le connessioni alle reti di ultima generazione saranno 1 miliardo e questa cifra aumenterà a 2,8 miliardi entro il 2025.

Se fino a poco tempo fa il 5G era poco più di un nome altisonante, a brevissimo sarà una realtà concreta, che tutti potremo toccare con mano.

E l’Italia sarà uno dei primi paesi a beneficiare delle vere potenzialità delle reti di nuova generazione: il nostro paese, infatti, è tra i paesi in cui sono già iniziati gli investimenti per un lancio commerciale di reti 5G mmWave, ossia nello spettro di frequenze più elevate, che garantiscono velocità maggiori (picchi fino a 2 Gbps in download, con una media di 900 Mbps, secondo dati di Qualcomm e Ookla).

Veniamo dunque al protagonista della presentazione: Snapdragon 750G, nuovo chip di fascia medio-alta ottimizzato per il gaming, come ci ricorda la G alla fine del nome.

Iniziamo con un’informazione scontata, considerando le premesse: è dotato di modem 5G (Snapdragon X52), che supporta sia reti mmWave che sub-6, oltre che la tecnologia DSS (Dynamic Spectrum Sharing), che permette di utilizzare le frequenze 4G per connessioni 5G, e faciliterà il passaggio alle reti di quinta generazione.

Lo Snapdragon 750G è basato su CPU Qualcomm Kyro 570 (che garantisce performance del 20% più veloci rispetto alla precedente serie 7), GPU Adreno 619 (+10%) e chip Qualcomm AI Engine di quinta generazione per le operazioni di intelligenza artificiale (+20%).

Come ci ricordano le due creature in cima alla slide qui sopra, Snapdragon 750G è un chip pensato per il gaming: troviamo infatti diverse migliorie in merito, racchiuse nel pacchetto di funzionalità noto come Snapdragon Elite Gaming. Tra queste, spicca  Game Color Plus, una tecnologia che migliora sensibilmente la qualità delle immagini durante le sessioni di gioco, con particolare attenzione al livello di dettaglio, alla saturazione dei colori e al contrasto.

Si tratta di una funzione già presente da tempo su alcuni chip, ma che può fare la differenza nel gaming: di seguito un brevissimo video esemplificativo di Game Color Plus (occhio ad esempio ai dettagli delle mattonelle).

Non sappiamo ancora quali saranno i primi smartphone dotati di Snapdragon 750G né quando li vedremo sul mercato, ma siamo certi che non mancheranno ulteriori annunci in merito.