La cancellazione del rumore diventa per tutti: Qualcomm annuncia il suo ANC

Giuseppe Tripodi

Vi siete mai chiesti perché la maggior parte degli auricolari hanno un sistema (più o meno funzionante) per isolare la voce dai rumori esterni in chiamata, ma pochissimi integrano un sistema di cancellazione attiva del rumore (ANC)? È presto detto: perché nei chip Qualcomm presenti in quasi tutte le cuffiette è incluso uno strumento che serve ad isolare la voce (chiamato cVc, Clear Voice Capture), mentre l’Active Noise Cancelling è un sistema che ogni produttore deve sviluppare internamente.

Ma adesso non sarà più così: Qualcomm ha infatti annunciato la sua tecnologia Adaptive Noise Cancelling, che verrà integrata nel SoC audio Qualcomm QCC514x (e, in futuro, su sempre più chip).

In un’analisi condotta nel corso del 2020, l’azienda americana ha rilevato che la cancellazione attiva del rumore è al 4o posto nella classifica di quel che gli utenti cercano in un nuovo paio di cuffie (dopo autonomia, comodità ed esperienza d’ascolto): il 71% degli intervistati ha dichiarato che sarebbe interessato ad avere l’ANC.

Insomma, l’interesse del pubblico è evidente: per questo, Qualcomm ha sviluppato l’Adaptive Noise Cancelling, una tecnologia per la riduzione del rumore ambientale che, come suggerisce il nome, si adatta al contesto e al modello di auricolari su cui viene utilizzata.

In altre parole, il sistema di Qualcomm potrà essere implementato dai produttori a prescindere del form factor degli auricolari (più o meno in-ear), non necessiterà di alcun tipo di calibrazione basato sull’orecchio e adatterà la cancellazione del rumore a seconda delle azioni (ascoltare musica, rispondere ad una chiamata, parlare con l’assistente vocale e così via). Inoltre, l’ANC di Qualcomm modificherà il proprio comportamento a seconda del luogo dove ci si trova, riducendo l’intensità in momenti di quiete ed aumentando l’effetto per luoghi particolarmente rumorosi.

L’introduzione di questa tecnologia non implica che tutte le cuffie del futuro avranno necessariamente l’ANC, ma tutti i produttori che adotteranno il chip Qualcomm QCC514x per le proprie cuffie potranno basarsi su questo Reference Design per implementare un sistema di cancellazione del rumore adattivo.

Considerando che i SoC di Qualcomm vengono già adottati dalla maggior parte dei brand (vedi slide qui sotto) e che probabilmente questo sistema di ANC sarà disponibile su sempre più chip audio dell’azienda, nei prossimi anni ci aspettiamo che la cancellazione attiva del rumore diventi una tecnologia sempre più diffusa.

  • Per la cancellazione del rumore Qualcomm dovrebbe fare una collaborazione con Sony.