Google migliora la scheda Salvati di Google Maps: ecco 3 modi per sfruttarla al meglio (foto)

Giovanni Bortolan

Una delle tantissime funzioni di Google Maps riguarda la scheda Salvati, che permette appunto di salvare e gestire tutti i luoghi interessanti per l’utente, dai ristoranti fino alle mete turistiche. Da quando è stata lanciata, la funzione ha raccolto ben 7 miliardi di luoghi salvati (anche durante il lockdown, sognare non costa nulla); nella Top 10 dei posti più gettonati troviamo ben 3 posizioni occupate dalla Capitale: Colosseo, Fontana di Trevi e Pantheon.

Vista il costante utilizzo della scheda, Google ha deciso di rilasciare alcuni aggiornamenti per rendere ancora più facile trovare e ricordare i luoghi interessanti, il tutto diviso in 3 semplici suggerimenti.

LEGGI ANCHE: Su Android Auto arriva il nuovo menù delle impostazioni: l’avete già visto? (foto)

  1. Ricordare i luoghi salvati più di recente.
    Dopo giorni o settimane che l’utente ha salvato un luogo consigliato da un amico o un collega, può essere difficile ricordare quale fosse il nome del luogo o persino dell’elenco in cui l’avete salvato. Adesso i luoghi salvati di recente sono organizzati nella parte superiore della scheda Salvati in modo che l’utente possa ritrovare rapidamente il luogo che stava cercando.

  2. Capire quando si è vicini ad un luogo salvato in precedenza. 
    Quando vengono salvati molti luoghi di un’area specifica in cui ci troviamo (come nel caso delle città storiche con molte attrazioni in poco spazio), può essere difficile raccapezzarsi. Se l’utilizzatore ha abilitato il rilevamento della posizione, potrà vedere tutti i luoghi salvati nelle vicinanze ordinati per distanza e disposti in un carosello per una navigazione più immediata e per rendere la prossima decisione un gioco da ragazzi.

  3. Ricordare dove siete stati.
    Se la Cronologia delle posizioni risulta attiva, l’utilizzatore potrà usufruire dello storico degli spostamenti per ricordare i luoghi visitati e i percorsi seguiti. Potrà vedere quanto spazio percorso in bicicletta, in camminata e di corsa negli ultimi giorni, così come visitare i luoghi in cui è stato in passato. Tutti questi approfondimenti sono ora organizzati temporalmente per città, regione o paese. 
Fonte: Google Blog
  • L0RE15

    “la funzione ha raccolto ben 7 miliardi di luoghi salvati (anche durante il lockdown, sognare non costa nulla)”

    Sognare?! A parte che non era la fine del mondo anunciata, ad ogni modo la funzione può essere usata in mille modi, anche in ambito lavorativo, non solo per programmare la vacanza o fare liste dei luoghi che si desidererebbe visitare…

  • Non sapevo ci fosse una sezione sàlvati su Maps 🙂