Il campione del 5G è l’Arabia Saudita, con velocità oltre 400 Mbps

Giuseppe Tripodi

Di 5G si parla sempre più spesso, ma in Italia (e in gran parte d’Europa) ancora non è ancora possibile toccare con mano i benefici delle nuove reti, che spesso risultano ancora in fase embrionale. Ma non è così in tutto il resto del mondo: l’ultimo report di Opensignal, società specializzata nell’analisi delle reti mobili, ci mostra come cambia la velocità con le reti 5G e quali sono i paesi in cui le reti di ultima generazione stanno dando i primi frutti.

LEGGI ANCHE: Ecco come il 5G potrebbe

In tutte le classifiche stilate da Opensignal, il paese al primo posto è sempre l’Arabia Saudita, dove il 5G sembra aver raggiunto ottimi risultati sia per velocità che per disponibilità.

Il primo grafico, che potete vedere qui sotto, fa riferimento alla velocità di navigazione complessiva (5G + 4G) degli utenti che dispongono di una connessione 5G: in questo caso, al secondo posto troviamo il Canada, che però beneficia molto anche delle sue connessioni 4G.

La situazione, infatti, cambia se guardiamo alle sole performance del 5G: in questo caso, l’Arabia Saudita rimane al primo posto, con una velocità di download di ben 414,2 Mbps (14,3 volte più veloce del 4G!), ma a seguire troviamo Corea del Sud (312,7 Mbps) e Australia (215,7 Mbps).

Le importanti differenze tra il primo grafico e il secondo si spiegano considerando anche la disponibilità del 5G. Ed è proprio su quest’ultimo fattore che si concentra l’ultima tabella di Opensignal, dalla quale apprendiamo che solo in quattro paesi (Arabia Saudita, Kuwait, Hong Kong e Corea del Sud) la disponibilità del 5G permette che gli utenti siano connessi alle reti di ultima generazione per almeno il 20% del tempo.

Le misurazioni su cui si basano i grafici sono stati raccolti tra il 16 maggio e il 14 agosto 2020; per saperne di più sui dati raccolti da Opensignal, vi rimandiamo al report completo.

  • Marco Cardillo

    Sarà anche il campione dei tumori al cervello