Niente MicroLED per il prossimo Apple Watch, la tecnologia sarà pronta solo tra 3-4 anni

Giovanni Bortolan

Una delle novità più attese a livello hardware da Apple è l’introduzione nei suoi dispositivi dei pannelli MicroLED, tecnologia su cui la stessa azienda di Cupertino ha fortemente investito nell’ultimo periodo (330+ milioni di dollari a Epistar, azienda che ne porta avanti lo sviluppo). La speranza iniziale di Apple era quella di riuscire in qualche modo ad equipaggiare tale pannello negli Apple Watch di nuova generazione. Tuttavia, secondo le stesse parole del CEO di Epistar Lee Biing-jye, prima di arrivare sul mercato stabilmente la tecnologia avrà bisogno di altri 3-4 anni di sviluppo.

I problemi alla base di queste tempistiche sono riconducibili principalmente a due tipologie: innanzitutto è un problema di meri processi di produzione, stando a quanto riportato dal CEO questi sono ancora distanti dall’essere sostenibili su larga scala. In secondo luogo, ma non per questo meno importante, esiste ancora un problema a livello di sviluppo; in parole semplici il rendimento dei pannelli non ha ancora raggiunto il livello desiderato.

LEGGI ANCHE: Le prossime mosse di Apple: nuovi Watch e iPad a settembre, a ottobre iPhone 12 e qualcosa di più grosso?

Il mondo della tecnologia (Apple e i produttori di TV in primis) dovranno dunque attendere ancora svariati anni prima di poter godere dei vantaggi che il MicroLED porta con sé, che ricordiamo essere, tra l’altro, un minor consumo energetico (1/10 il rapporto), una gamma colori più ampia, luminosità più alta e uno spessore ridotto. Lo scenario più percorribile rimane dunque quello dei miniLED, che dovremmo già vedere all’interno dei prossimi iPad Pro 2021 e nei TV di nuova generazione.

Fonte: Digitimes