I Nametag di Instagram si convertono in Codici QR, ma qualcuno li ha mai usati? (foto)

Giovanni Bortolan

Da più di qualche tempo Instagram ha lanciato all’interno della propria piattaforma i Nametag, una sorta di codice grafico riconoscibile dall’app, in grado di rimandare l’utente che lo inquadra al profilo di chi l’ha creato. L’idea di per sé non era male, ma il risultato era (ed è) sempre stato molto limitato, in quanto per riconoscere il codice era necessario aprire l’app.

Le cose stanno però per cambiare: a breve infatti il social avvierà le fasi di rilascio di un “nuovo” (già presente in Giappone) meccanismo di rimando al profilo delle persone, che questa volta passerà per i più universali QR Code, in grado di essere letti da una moltitudine di app apposite (o addirittura dalla fotocamera di sistema nei telefoni più recenti).

LEGGI ANCHE: Instagram Reels: cos’è e come si usa (video)

Per generare il nuovo QR sarà necessario recarsi nelle impostazioni del profilo e tappare sull’apposita voce, che al momento potrebbe ancora recitare la scritta Nametag (in quel caso ovviamente bisognerà attendere di ricevere la funzione). Il resto del procedimento è pressoché il medesimo, cambia solamente il risultato finale. Ora, siamo piuttosto sicuri del fatto che queto sia un effettivo miglioramento della meccanica introdotta con i Nametag, anche se rimangono alcuni dubbi sull’effettiva utilità di un sistema del genere. Vi è capitato di usare i Nametag in passato?

Fonte: The Verge