Anche Oracle sarebbe interessata ad acquisire TikTok

Lorenzo Delli

TikTok è ancora al centro dell’attenzione. A inizio agosto, dopo che il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump si era detto preoccupato per i dati dei 100 milioni di cittadini americani iscritti al celebre social network, era in un primo momento subentrata Microsoft per una possibile acquisizione delle quote relative alla gestione dello stesso in varie nazioni di lingua anglosassone.

Nel frattempo la situazione si era ulteriormente evoluta, tant’è che Trump, con un ordine esecutivo, aveva imposto a ByteDance di vendere o dismettere le attività di TikTok negli USA. entro il 20 settembre, scadenza finale a cui sono stati poi aggiunti altri 45 giorni, probabilmente per permettere a più società americane di finalizzare eventuali accordi.

E proprio tra quest’ultime ci sarebbe anche Oracle. La società avrebbe stabilito i primi contatti con ByteDance per l’acquisizione delle quote di TikTok in USA, Canada, Australia e Nuova Zelanda, come riportato dal Financial Times in queste ultime ore. Per il momento non si sa altro, visto che sia Oracle che TikTok non hanno voluto rilasciare dichiarazioni in merito alle eventuali trattative. In ogni caso l’interesse nei confronti di TikTok sembrerebbe attirare sempre più acquirenti. Difficilmente il social scomparirà dal suolo americano.

  • ILCONDOTTIERO

    Acquisizione democratica non imposta ……. Così si fa nel 2020 …….