Cupertino prepara Apple One, un unico abbonamento per tutti i suoi servizi: Music, TV+, News+, iCloud e Arcade

Roberto Artigiani

Un po’ a sorpresa oggi è emersa una notizia che vuole che Apple stia per lanciare un unico abbonamento per accedere ai suoi vari servizi online. Per la precisione si tratterebbe di diversi piani che, a un costo crescente, permetterebbero di utilizzare sempre più servizi. La cosa non è esattamente una novità assoluta, visto che sono anni che il mercato aspetta una mossa del genere e la stessa Apple ha testato, in tempi anche abbastanza recenti, soluzioni analoghe.

I dettagli di quello che si dovrebbe chiamare Apple One sono stati forniti da una persona informata dei fatti che ha voluto rimanere anonima. Il pacchetto base comprenderebbe solamente Apple Music e Apple TV+, il gradino successivo aggiungerebbe la piattaforma di cloud gaming Apple Arcade, mentre il passo dopo includerebbe il servizio di informazione Apple News+. Infine, la versione più cara e completa, offrirebbe spazio extra su iCloud per archiviare file e foto.

Le intenzioni sembrano prevedere un annuncio ufficiale a ottobre o comunque in concomitanza al lancio dei nuovi iPhone 12 e di iOS 14. Proprio la prossima versione del sistema operativo prevederebbe una funzione per suggerire agli utenti quale abbonamento sottoscrivere, tenuto conto del loro effettivo uso dei vari servizi offerti da Cupertino.

LEGGI ANCHE: Il nostro confronto tra medio gamma del 2020

A tutto ciò si aggiunge il possibile arrivo anche di un nuovo servizio dedicato al fitness. In particolare sembra che Apple voglia offrire delle classi virtuali sul modello di quanto fatto da Nike e Peloton Interactive. Questa attività farebbe parte del pacchetto più caro di Apple One.

Questi piani di abbonamento sarebbero quindi mirati soprattutto alle famiglie a cui permetterebbero di risparmiare sulle attuali sottoscrizioni e funzionerebbero, come già avviene con “In Famiglia” (o Apple Family), in condivisione fino a sei persone.

Trattandosi di informazioni trapelate c’è sempre la possibilità che niente di tutto ciò veda la luce o che comunque nel migliore dei casi i dettagli cambino. Una mossa del genere però sarebbe sicuramente applaudita da Wall Street e potrebbe dare una forte accelerazione alla diffusione di alcuni servizi Apple. La prospettiva appare ancora più interessante se si considera che dall’avvento della pandemia sono stati proprio questi a ottenere risultati record, mentre le tradizionali entrate legate a pubblicità e Apple Care sono sensibilmente calate.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Fonte: Bloomberg