TikTok inizierà a retribuire i propri creators migliori, ecco i requisiti

Giovanni Bortolan

Noncurante del turbinio in cui sta, TikTok ha annunciato che i 200 milioni di dollari del suo Creators Fund verranno presto resi disponibili per i creatori di contenuti di spicco. Tra i vari Tiktokers selezionati inizialmente (19 in totale) troviamo David Dobrik, Brittany Tomlinson, Cheyenne Jaz Wise, Justice Alexander, Michael Le, Ross Smith e Marissa Ren. Molti tra questi non provengono da un background digitale, ma si sono comunque fatti strada nella piattaforma a partire da zero.

Si tratta dunque della prima tornata di artisti che beneficieranno di un vero e proprio bonus in denaro da parte di TikTok (anche se non è chiaro in che misura), ma se ne potranno aggiungere altri in futuro. Il social ha infatti definito le linee guida per poter essere considerati e compresi in questa cerchia:

  • 18 o più anni di età
  • 10K followers minimo
  • Almeno 10K visualizzazioni nell’ultimo mese
  • Contenuti originali ed in linea con le politiche di utilizzo del social

Volessimo fare un paragone con un altro servizio che paga i propri creators in base ai contenuti video — ovviamente Youtube — noteremmo subito la differenza in termini di numeri riguardante i requisiti. Per rientrare negli elegibili TikTok richiede una soglia di followers e visualizzazioni molto più alta, il che farebbe ben sperare i creators in un compenso altrettanto superiore a quello medio su Youtube.

LEGGI ANCHE: Sull’impero mobile di TikTok (per ora) non tramonta mai il sole

Che questa iniziativa faccia riflettere il governo degli Stati Uniti d’America, a tal punto da rivedere l’attuale posizione nei confronti del social cinese? Dopotutto TikTok ha fatto molto sotto questo punto di vista: ha aperto un campus a Los Angeles, ha assunto un CEO americano e ha comunicato di voler assumere ben 10.000 nuovi dipendenti in America.

Fonte: The Verge