E se Apple Watch Serie 6 avesse una batteria più piccola del predecessore?

Edoardo Carlo Ceretti

In queste ultime settimane, sul fronte Apple si fa un gran parlare degli iPhone 12 venturi e dell’imminente rivoluzione ARM che attende la serie Mac. Sta invece passando un po’ in sordina il prossimo modello di Apple Watch, che giungerà alla sesta generazione. Le novità che lo aspettando potrebbero essere poco significative, ma una di queste a prima occhiata potrebbe farci storcere il naso.

Ci riferiamo alla capienza della batteria di Apple Watch Serie 6, di cui abbiamo già i dettagli grazie a ben tre enti di certificazione sparsi per il mondo: 3C, Safety Korea e UL Demko. In realtà, si tratta di ben tre modelli di batteria, contrassegnati dai codici A2306, A2345 e A2327. La principale curiosità sta proprio nel fatto che due di queste riportano una capacità inferiore rispetto alla batteria da 296 mAh del Watch Serie 5.

LEGGI ANCHE: Recensione Apple Watch Serie 5

Nello specifico, i dati riportati parlano rispettivamente di 262,9, 265,9 e 303,8 mAh. La presenza di tre batterie distinte potrebbe essere spiegata con l’esistenza di modelli diversi per dimensioni e connettività dati, però rimane il punto interrogativo sulla riduzione della capienza, che rischia di andare di pari passo anche con la riduzione dell’autonomia, già attualmente non il cavallo di battaglia di Apple Watch.

Il gigante di Cupertino potrebbe aver lavorato per migliorare l’efficienza energetica e dunque essere in grado di garantire la stessa autonomia delle generazioni passate, a fronte di batterie più piccole. Questo andrebbe a vantaggio del peso del dispositivo, oppure di maggiore spazio per altre componenti interne, finalizzate ad arricchire le funzioni di Apple Watch. Difficile sbilanciarsi oltre sulle ipotesi, probabilmente ne sapremo di più man mano che ci avvicineremo al lancio ufficiale.

Via: Apple InsiderFonte: MySmartPrice
  • Zeronegativo

    Correzione:
    “gigante di Cupertino potrebbe aver lavorato per migliorare l’efficienza energetica e dunque essere in grado di garantire la stessa ridicola
    autonomia delle generazioni passate”

  • Firn3000

    Invece di inserire delle boiate di componenti interne, potevano aumentare l’efficienza della batteria e portarla a 3-4 giorni: solo con questa caratteristica valeva la pena per chi ha il 4 o il 5 di fare un upgrade al 6