Il Pokémon GO Fest di quest’anno è stato un totale successo e a gioirne non è solo Niantic

Giovanni Bortolan

Si è da poco concluso il Pokémon GO Fest di quest’anno, che per la prima volta è stato aperto a tutti i giocatori a prescindere dalla posizione geografica (una delle misure prese da Niantic per favorire l’utilizzo del gioco anche in tempi di lockdown). Non è dunque una sorpresa constatare come, a fronte di queste modalità, il Pokémon GO Fest di quest’anno sia stato il più grande di tutti quelli svolti finora.

Niantic stessa si è pronunciata sottolineando come l’evento abbia visto la partecipazione di allenatori virtuali provenienti da più di 124 paesi del mondo, che insieme hanno contribuito alla cattura totale di ben 1 miliardo di Pokémon. Il GO Fest, che come sempre ha previsto un compito giornaliero per ogni allenatore, è culminato con la battaglia ai leader del Team Rocket e la conseguente cattura del leggendario Victini, per la prima volta su Pokémon GO.

LEGGI ANCHE: Recensione Destroy All Humans! – Quindici anni e un po’ sentirli

Nonostante la possibilità di usufruire delle meccaniche di gioco anche da casa, Niantic ha puntualizzato come durante l’evento si sia verificata una media di 15 km percorsi da parte dei giocatori. Ciò è dovuto al fatto che alcune missioni risultavano più semplici da completare muovendosi di casa. Niantic ha infine comfermato come i proventi dell’evento verranno utilizzati a scopo benefico (al momento sono stati erogati più di 10 milioni di dollari).

Fonte: The Verge