Apple lancia un iPhone che non potrete avere (per una buona ragione)

Roberto Artigiani -

Apple sta mettendo a disposizione degli esperti di sicurezza iPhone sbloccati – potremmo dire con “jailbreak di fabbrica” – per permettergli di analizzare più a fondo il codice e scovare possibili anomalie altrimenti poco evidenti. Il programma per partecipare è aperto a chi possiede uno storico di segnalazioni di bug attraverso i suoi canali ufficiali.

Questi iPhone speciali quindi non saranno mai disponibili per i comuni mortali, ma rimarranno proprietà di Apple la quale li mette a disposizione di comprovati specialisti del settore per un periodo limitato. Anche la quantità di dispositivi è contenuta per cui non è detto che tutti i richiedenti riescano ad averne uno, ad ogni modo a Cupertino assicurano che il programma continuerà anche il prossimo anno soddisfacendo le richieste in coda.

LEGGI ANCHE: La nostra prova di iOS 14

I dispositivi sono chiamati “Security Research Device”, consentono l’accesso a livello di root al sistema e sono privi delle protezioni dei normali iPhone. Apple è convinta che fornire telefoni con lo scudo abbassato permetterà di identificare exploit, vulnerabilità e bug che normalmente potrebbero nascondersi dietro alle difese. Tutte le anomalie identificate andranno obbligatoriamente segnalate e verranno ricompensate come previsto dal programma Apple Security Bounty. Gli interessati possono approfondire la questione e fare richiesta da qui.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News

Ascolta “24/07 – Attacco hacker a Garmin, la svolta di Poste e l'iPhone con jailbreak incluso” su Spreaker.




Via: 9To5Mac