DL Semplificazioni: stop ai sindaci anti-5G

Matteo Bottin -

Dalla nascita del 5G sono nate molte teorie complottistiche riguardo la sia pericolosità (sebbene moltissimi enti competenti abbiano ribadito la affidabilità della tecnologia). In questa “caccia alle streghe” si sono uniti anche molti sindaci italiani (circa 500 comuni), vuoi per vero timore, vuoi per campagna elettorale, bloccando di fatto la diffusione del 5G nelle loro zone.

Questi stop, grazie al DL Semplificazioni, non valgono più nulla. Di fatto l’articolo 8 (legge 22 febbraio 2001), n. 36, comma 6, è stato modificato come segue:

I comuni possono adottare un regolamento per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici con riferimento a siti sensibili individuati in modo specifico, con esclusione della possibilità di introdurre limitazioni alla localizzazione in aree generalizzate del territorio di stazioni radio base per reti di comunicazioni elettroniche di qualsiasi tipologia e, in ogni caso, di incidere, anche in via indiretta o mediante provvedimenti contingibili e urgenti, sui limiti di esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, sui valori di attenzione e sugli obiettivi di qualità, riservati allo Stato ai sensi dell’articolo

Insomma, i sindaci non avranno più il potere di bloccare il 5G nei propri comuni. Si tratta di una ottima notizia, soprattutto perché (soprattutto ultimamente) si stanno diffondendo teorie complottistiche infondate che di fatto limitano lo sviluppo tecnologico di un paese e ne riducono anche la competitività a livello mondiale.

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News


Ascolta “20/07 – Instagram contro TikTok, niente più blocchi al 5G, novità evento Samsung” su Spreaker.





  • Pablo Galattico

    Il problema non è il 5g in sè che è “pericoloso” ne più ne meno come il 4g e il 3g visto che dal punto di vista fisico cambiano solo le frequenze in gioco che cmq sono onde non ionizzanti ecc.. ma io porrei più che altro l’attenzione sull’uso che eventualmente del 5g si vorrebbe fare che potenzialmente sarebbe in grado di intaccare molto più profondamente la nostra privacy, molto più di quanto già non avviene con i sistemi attuali….

    • ILCONDOTTIERO

      In un mondo che sta andando verso la digitalizzazione a tutto campo , la privacy sarà un ricordo .

      • Pablo Galattico

        Immagina un mondo in cui venga messo in atto quello che è un brevetto già depositato alcuni mesi fa ovvero ID2020….oltre che privacy inesistente sarebbe mero controllo delle masse e perdita di libertà personali inalienabili…se per te sarebbe giusto e normale qualcosa non mi torna!

        • ILCONDOTTIERO

          Non ho detto che sia giusta. Ho solo scritto la realtà dei fatti ed ahimè ci toccherà ciucciare la realtà , perché si sarebbe dovuto intervenire molto tempo fa .

        • Andre@

          Non ha risposto alla domanda. In che modo il brevetto di correla al 5G e non al 4G?

          • Pablo Galattico

            Il 5g ha caratteristiche tecniche come maggior velocità ma anche latenza molto più bassa e maggior precisione nella localizazzione dell’utente e le antenne 5g saranno presenti in modo molto più capillare sul territorio compreso all’interno delle costruzioni come centri commerciali tramite la banda delle millimeter waves!

    • In che modo il 5G intaccherebbe “molto più profondamente la nostra privacy”?

    • Maurizio Ferri

      il 5 g non dannegia nessuno, solo chi non ha studiato , perche se dobbiamo parlare di radiazioni provate a pensare quanti satelliti ci bombardano , le antenne non danneggiano nessuno

  • Mettitelo tu in casa, sopra casa tua , il 5G!

    • Anche ad aver paura del 5G mettere l’antenna sul tetto è sempre l’idea migliore:
      – risparmi tantissimi soldi di condominio
      – sarai molto meno irradiato dall’antenna
      – se non lo fai te lo farà il tuo vicino, irradiandoti direttamente

      Così per dire: in molto casi meglio ragionare prima di sparare sentenze basate dalla paura.

      • Come no! Corro subito dal mio amministratore di condominio! 🙂

        • Non hai neanche provato a capire cosa ho scritto. Contenta te, contenti tutti.
          Buona serata.